Scommesse: La schedina può rilanciare l’economia

schedina scommesse rilancia economia

Chi ha qualche anno di “esperienza” si ricorda quanto era intrigante il “Totocalcio” rappresentato dalla compilazione della schedina settimanale che era entrata quasi prepotentemente nella vita di tantissime persone che aspettavano i risultati delle partite prima ascoltando la radio e, successivamente, seguendo le partite in TV. Un po’ di sana nostalgia per le scommesse sportive non può far male in un momento di vita assolutamente particolare dove il Coronavirus ha cambiato il nostro modo di vivere, ci ha imposto regole da seguire, ci ha fatto confrontare con una realtà a volte eccessivamente dura e, sopratutto, dove ci ha tolto quotidianità e certezze. Ovviamente, la vecchia schedina, che in questi giorni ha compiuto ben 74 anni, non si può dire che potesse rappresentare “una certezza” ma era un mezzo per legarci al quotidiano, alle notizie sportive che allora non erano così esasperate come oggi, ma che mettevano a conoscenza degli amanti del calcio le notizie più importanti: i risultati delle partite.

Allora, alla nascita di Sisal e della schedina, c’era il dopoguerra e ridare vita allo sport italiano sembrava una buona strada per far vedere una “luce” alla popolazione che usciva da un periodo tremendo. Anche oggi, ci si trova di fronte ad un dopo-guerra (epidemiologico), facendo i debiti raffronti: ma, mentre da un lato ci si pone nella condizione di fare gli auguri più sinceri ad un pezzo del mondo del gioco che metteva gioia, dall’altro non si può che accostare alla “vecchia e cara schedina” il gioco pubblico attuale come escamotage per uscire dalla situazione economica che si sta vivendo. Ciò potrebbe rappresentare una nuova idea su come considerare davvero il gioco d’azzardo: non demonizzandolo di certo e non confermandolo “nocivo per la salute”, ma pensando che potrebbe essere oggi quello che ieri ha rappresentato la schedina per una sorta di rinascita dell’economia del Paese.

Allora, dopo la guerra, tre giornalisti assolutamente geniali davano vita alla prima schedina Sisal, noto produttore anche di siti di casino italiani legali e sicuri, con l’idea di restituire agli italiani un sogno, prima per ridare vita allo sport italiano di quei tempi ed anche per cercare di offrire una nuova speranza al Paese e poterlo ricostruire tutti insieme sulle macerie della guerra e per preparare così un futuro migliore dopo la terribile esperienza della guerra. Oggi, l’esperienza che il Coronavirus ci ha costretto a vivere è stata paragonata alla guerra e su questo concetto si dovrebbe lavorare per ricostruire la nostra economia: sarà un’impresa difficile per tutti, industria italiana in testa. Ma perché il gioco pubblico non potrebbe essere considerato un mezzo per dare un po’ di “serenità” alla gente? Qualche spensieratezza, una forma di ricarica psicologica per trovare la forza di andare avanti tra le avversità e gli inconvenienti che si stanno sommando più passano i giorni. La situazione economica per la maggior parte degli italiani è tremenda ma bisogna anche trovare la forza di fronteggiarla: ma se la mente non è più leggera, difficilmente studierà idee positive.

La mente degli italiani oggi non può vedere che nero, l’emergenza sanitaria non è ancora stata superata, le vittime ogni giorno falcidiano le famiglie che si sentono impotenti di fronte a tanto dolore che si fa fatica ad affrontare. Come non si possono dimenticare le immagini della colonna di camion militari, in provincia di Bergamo, che trasportavano le salme di tantissimi cittadini che il virus aveva portato con sè senza guardare in faccia a nessuno: giovani e meno giovani. Si è stati sovrastati da tanta ferocia. Ecco perché le menti sono offuscate: dal dolore e dall’emergenza economica, ed anche dall’incertezza dalla quale lo Stato non riesce a farci uscire perché ostaggio della burocrazia che, anche in casi estremi come l’attuale, non riesce a lasciare libero il Paese. E quindi, perché continuare a rimandare l’apertura delle attività di gioco d’azzardo che potrebbero in “minimissima” parte risollevare il morale delle persone?

Certamente, il mondo del gioco non è un toccasana e non risolve alcun problema pratico: forse dona soltanto un poco di leggerezza, questo sì, e può donare qualche istante di apertura delle menti ad un “piccolo sogno” che sta diventando indispensabile vivere per poter sopravvivere a tanta tristezza, a tutto questo distanziamento sociale che non ci permette, ancora oggi, di abbracciare liberamente le persone cui vogliamo bene. Sono passati decenni da quella “prima schedina Sisal” che ci piace ricordare: Sisal però è rimasta ancora oggi in contatto con gli italiani. Ed, infatti, ci ricorda simboli che sono presenti oggi nella nostra quotidianità: la ricevitoria, il Totip, il SuperEnalotto. Come detto, il gioco non è un toccasana, ma può essere una panacea per mediare il dolore che in questo periodo può essere fortissimo: di certo non lo risolve, ma ci fa vedere un minimo spiraglio di normalità, perché pre-Coronavirus era normale andare a prendere un gratta e vinci o vedere una estrazione del Lotto.

Tutti cercano di fare oggi la propria parte per ricostruire il Sistema Italia, e quindi anche il gioco vorrebbe fare la sua come Sisal che vuole proporre nuove forme di intrattenimento per i suoi clienti affezionati, per non lasciarli da soli e per offrire qualche novità che possa incentivarli a spaziare con la mente al di fuori dei “disastri” che questa emergenza sanitaria ha procurato e che continua, anche se in forma minore, a procurare. Sisal vuole continuare a proporre offerte di gioco sostenibile, contribuire a versare allo Stato un sostegno con le sue sedi lungo tutto il territorio, vuole continuare a tutelare i propri consumatori ed a dare a loro un poco di serenità di cui tutti oggi hanno un’estrema necessità. Sisal continua nel suo lavoro a tutelare la sua rete distributiva e presidia le piattaforme online per evitare comportamenti illeciti e per far rispettare naturalmente tutte le norme che sono in essere. Vuole con il suo lavoro essere vicina a tutti coloro che amano, in modo giusto e responsabile, il mondo del gioco sul quale si potrebbe puntare per ripartire senza remore ed affidandoci anche un poco al divertimento: non è immorale e sopratutto non “è affatto il male assoluto”.

Maggio 21, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita