Ricostruzione dell’osservatorio sul gioco patologico

ricostruzione osservatorio gioco azzardo patologico

Che dire? Promesse al mondo del gioco pubblico, compresi i migliori casino online, ed ai suoi addetti ai lavori, ne sono state fatte veramente tante in special modo dal vecchio Esecutivo Giallo-Verde: ora, è arrivata questa nuova ed ulteriore promessa di riordino del gioco anticipata dalla spiegazione dell’attuale situazione del nostro Paese che non ne dava la possibilità sino a questo momento. Oggi, sembra che le cose siano diverse e che alcuni conflitti sia interni che con l’Europa si siano sopiti e, quindi, potrebbe esserci effettivamente la nascita di questo riordino del settore ludico: prima di questo, forse per far meglio percepire la buona fede dell’attuale Esecutivo, si è provveduto alla riapertura dell’Osservatorio sul gioco patologico che appare un mezzo assolutamente indispensabile per “avere il polso” delle derive che a volte possono discendere da un eccessivo abuso del gioco.

In modo particolare quando quest’ultimo viene affrontato con troppa pulsione, poca responsabilità e senza alcuna cultura di ciò che si va ad incontrare quando ci si avvicina ad un divertimento che può anche diventare un’ossessione. Speranzosamente, si prende atto del primo passo effettuato dal Governo centrale nei confronti del settore dei giochi e tutta la filiera attende quello più importante che dovrebbe racchiudere il famigerato riordino nazionale tanto atteso e diventato ormai indispensabile per far proseguire la legalità sul nostro territorio: legalità che, invece, se continuano così le cose potrebbe risultare veramente a rischio… e non si finirà di continuare a ripeterlo. La cosa positiva, almeno in questo momento, è che il Governo non sta ignorando il comparto del gioco pubblico come era accaduto, purtroppo, in tempi recenti ed anche questo lascia ben sperare tutta la filiera, augurando che questa volta non si ripetano le promesse a vuoto a cui, purtroppo, il gioco d’azzardo pubblico si è abituato con il precedente Esecutivo Giallo-Verde.

Questo “stato di grazia” dell’industria del gioco potrebbe proseguire nonostante i rumors sugli aumenti relativi alla stesura della Legge di Bilancio stiano preoccupando un poco: ma, senza ombra di dubbio, l’ipotesi di un riordino potrebbe compensare qualunque impegno economico che verrebbe,quindi, affrontato dal settore dei giochi con il “cuore più leggero” in vista di un futuro migliore e con qualche certezza in più. Ma anche un’altra cosa sembra positiva: il fatto che potrebbe esserci un confronto. E questo perché finalmente si è mosso qualcosa nel nuovo Governo ed una sorta di “attenzione prestata alla sua Riserva” sembra una sorta di “buongiorno che si vede dal mattino” e lascia veramente ben sperare. Speranza che vuole credere ad un riordino finalmente degno di questo nome, ad importi richiesti al gioco pubblico sostenibili e non come successo in precedenza addirittura improponibili.

Il mondo del gioco, d’altra parte, si rende anche ben conto che oggi esistono interventi urgenti da affrontare: come, per esempio, le nuove slot, le cosiddette Awp da remoto che dovrebbero partire a breve, dal 2020, ma delle quali nessuno ancora parla e non se ne dà alcuna notizia precisa. E non si deve neppure dimenticare delle mancate gare per il rinnovo delle concessioni per le scommesse che continuano a slittare e subire proroghe, creando un mondo di confusione e di anomalie nel quale gli addetti ai lavori devono comunque imparare a convivere: ma situazioni che sono in netto conflitto con le norme comunitarie per le quali l’Esecutivo Giallo-Rosso promette un’attenzione particolare in avvenire, considerati i rapporti che si sono “guastati” con quello precedente e che bisogna assolutamente rimettere sui giusti binari se la nostra economia vuole crescere ed affrontare la crisi perenne che non ci vuole lasciare già da un bel po’ di tempo!

Tutte cose importanti da affrontare per il gioco pubblico: nella nuova Legge di Bilancio si prevede una nuova ed ulteriore proroga appunto per le gare pubbliche e le concessioni, nonché una ipotesi di anticipo della gara per il rinnovo delle concessioni per le reti delle apparecchiature da intrattenimento che rappresentano, in ogni caso, il segmento più importante del sistema gioco pubblico. Questo anticipo potrebbe nascondere eventuali nuovi introiti per le casse dell’Erario e metterebbe forse in discussione nuovamente il settore, ma forse darebbe anche spazio al Governo per mettere le basi per il riordino dell’intero settore, magari andando a riscriverne le regole. Anche perché è indubbio ed indiscutibile che tutte le normative che attualmente regolano il gioco pubblico si sono andate a sovrapporre creando situazioni di poca chiarezza: cose che hanno costretto taluni a rivolgersi ai vari TAR dello Stivale per far avvalorare le proprie ragioni. E ciò non è assolutamente giusto ed è disdicevole.

Come è altrettanto ovvio che si stanno evidenziando nuove ed ulteriori sensibilità nel nostro Paese, tra i cittadini ed il gioco, particolarmente dopo l’attuazione del divieto della pubblicità ai giochi ed alle scommesse che ha provocato incertezza e dubbi sulle scelte di gioco da effettuare. Oltre tutto, mettendo sempre di più in luce il gioco illecito che in queste situazioni particolari di poca trasparenza, quasi “spinge” il giocatore presso di sé, attirandolo con offerte allettanti e coinvolgenti: promozioni e bonus che con il gioco lecito oggi non appaiono più. Ma, d’altra parte, si sa cosa nasconde il gioco illecito: solo che chi abitualmente è solito giocare sotto casa, in qualche punto di gioco a lui congegnale, non trovandolo aperto nella tempistica che serve, si rivolge quasi inconsciamente ad un punto illegale che, invece, è aperto ed estremamente disponibile. E senza soffermarsi sul gioco online dove l’illegalità è ancora ben distante dall’essere contrastata appieno. Dunque, è inevitabile riconoscere che l’intervento del Governo per un riordino nazionale sia di vitale importanza special modo per la tutela della legalità che deve essere sempre presente e proteggere i cittadini-giocatori: sperando che ciò che è stato promesso non rimanga anche in questo caso “aria fritta” perché sarebbe veramente una sconfitta ulteriore per il gioco pubblico e per ciò che rappresenta.

Ottobre 16, 2019: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita