Regolamentazione del gioco online nel mirino della Francia

regolamentazione gioco online francia

Tutti gli Stati, sinceramente, stanno facendo qualcosa per tenere sotto controllo il fenomeno del gioco d’azzardo e dei siti migliori di casino: dopo aver sistemato con regolamentazioni anche severe quello terrestre, ora quasi tutti i Paesi si concentrano (ma lo avevano già fatto “sotto traccia” in tempi non sospetti) nel cercare di delimitare anche il gioco online con regole e normative impegnative. In particolar modo e sopratutto perché l’online è quel segmento di gioco sicuramente più ricercato dai giovani giocatori e proprio per questo tutti devono concentrarsi per studiare strategie mirate a rendere anche questo segmento di gioco assolutamente sicuro. In effetti, bisognerebbe tenere presente e confrontarsi con “quanto può essere grande lo spazio” nel quale veleggiano migliaia di piattaforme, e purtroppo anche strutture non legali, che propongono offerte sempre più accattivanti.

Effettivamente, persino per un adulto potrebbe essere difficile districarsi in questo labirinto di proposte, bonus, incentivi e tutto quello che può rendere una piattaforma appetibile: quindi, figuriamoci per un ragazzo che si avvicina al gioco d’azzardo per curiosità, magari per la prima volta, e può venirne anche coinvolto in modo problematico. Spiegato, con queste poche righe, il possibile intervento che le varie Nazioni stanno mettendo in campo per far approvare dalla Commissione Europea i loro progetti per la regolamentazione del segmento online del gioco, ora si vuole parlare in modo specifico di quello presentato dalla Francia e che, dopo il consueto periodo di stand still, è stato approvato: quindi, è stato detto “sì” all’ordinanza di riforma della regolamentazione dei giochi per quella Nazione. Le modalità di regolamentazione, tra le altre cose, comprendono innanzitutto il controllo delle comunicazioni commerciali degli operatori, e le loro promozioni, ma anche la costituzione di una sorta di perimetro che comprenda l’insieme degli obblighi imposti agli operatori in relazione alla documentazione ed alla comunicazione dei dati che vengono trasmessi alle Autorità.

Lo Stato francese vuole controllare in modo specifico l’apertura, la concorrenza e la regolamentazione del settore del gioco d’azzardo online guardando, con particolare attenzione alle regole sull’informazione che sono a carico degli operatori che si occupano sia di giochi, che di scommesse sportive online: le Autorità preposte a questi controlli si prefiggono alcuni scopi ben precisi e delineati per la tutela di tutti i giocatori. Senza ombra di dubbio, lo scopo preponderante di questo nuovo intervento relativo alla regolamentazione è quello di prevenire il gioco problematico e tutelare i minori: gli stessi interventi consentirebbero di assicurare una maggiore serietà e trasparenza di tutte le operazioni di gioco e consentirebbero oltre ogni altra cosa, anche di prevenire attività “fraudolente”, nonché il riciclaggio di danaro ed il finanziamento del terrorismo.

Queste due ultime attività criminali sono tenute sotto controllo, naturalmente, da tutti gli Stati poiché si riconosce che il gioco d’azzardo è un mondo nel quale le organizzazioni criminali vedono un potenziale per i loro traffici illeciti. Dunque, questa nuova regolamentazione sottoposta alla Commissione Europea autorizzerebbe, secondo l’Autorità francese, a delimitare l’offerta ed il consumo di giochi e, sopratutto, a controllarne più da vicino la relativa gestione. In “sinergia” con questa nuova regolamentazione, di cui si è riferito abbastanza sommariamente ma anche per rendere pubblico che tutti gli Stati si stanno seriamente impegnando per avere un gioco d’azzardo migliore e più sicuro per tutti ed in tutti i suoi segmenti, nello scorso mese di giugno, la Commissione di valutazione e controllo della mediazione dei consumatori ha inserito l’Arjel, Autorità per il gioco online francese, come mediatore proprio dei consumatori a maggior tutela di questi ultimi.

Non si nasconde che questo sembra veramente un passo innovativo, molto importante e rassicurante. Rassicurante poiché, oggi, qualunque giocatore che fosse in disputa con un operatore lecito, ovviamente, potrà rivolgersi ad Arjel per essere tutelato relativamente alla esecuzione di un contratto di gioco, o di scommessa, ed è un servizio che si pone a favore del giocatore a livello gratuito. Questo, è senza dubbio un “fare bene” per l’interesse dei giocatori e per la loro tranquillità, ma è soltanto un evolversi ed un aggiornarsi sulle regole già in essere: però, visto e considerato che il gioco d’azzardo, sia terrestre od online, viene sempre ed ovunque messo nel mirino delle critiche (quindi a volte in luoghi diversi dal nostro Paese) sembrerebbe giusto congratularsi per qualsiasi iniziativa nuova che percorra la strada della tutela di tutti i giocatori.

Anche nel nostro Paese si vuole cercare di controllare il gioco online con interventi che bisognerebbe fare con urgenza, prima che anche questo segmento del gioco non venga (ammesso che sia possibile) messo in un angolo, come è successo a quello terrestre. Ma si sa che nella nostra Penisola il gioco d’azzardo non ha tanto supporto da parte della politica, quindi, le cose appaiono sempre più difficili che in altri Stati dove, invece, il settore ludico viene trattato alla pari di un qualsivoglia altro settore commerciale o di servizi. Noi abbiamo troppe norme, norme che addirittura a volte si ostacolano una con l’altra, troppe interpretazioni, troppo poca omogeneità di “pensiero”: infatti, chi conosce il mondo dell’italico gioco pubblico sa perfettamente che vi sono Comuni che hanno un regolamento per il gioco e magari a 20 chilometri ne esiste un altro, a volte anche diametralmente opposto.

Come si fa soltanto a pensare di affrontare il gioco online se ancora non si è riusciti a dare un riordino nazionale per quello terrestre? É inevitabile che parte della normativa per i punti di gioco vada anche a riflettersi sui siti online, ovviamente con le dovute differenze: ma i principi di base devono essere uguali, la legalità, la trasparenza, la tutela. Ma ancora il nostro Paese ed il gioco d’azzardo pubblico non riescono a trovare un equilibrio e tanto meno si riesce ad impostare un rapporto tra istituzioni, sia centrale che de-localizzate, che porti a confrontarsi con serenità per mettere delle basi che siano equanimi e che non favoriscano un comparto o l’altro: questo per il Paese Italia sembra un miraggio, una chimera che rimane tale e non si riesce, quindi, a raggiungere.

Ottobre 6, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita