Lo stop al gioco d’azzardo può essere anche produttivo

gioco produttivo anche nelle difficolta

Prima di entrare nel dettaglio del “lavoro” che il Gruppo Codere sta portando avanti con estrema responsabilità anche in questo periodo in cui il mondo dei giochi e dei casino affidabili, in tutti i suoi diversi segmenti, “è chiuso e ne viene proibito quindi l’uso”, si vuole in poche parole “raccontare” cos’è e cosa rappresenta questo gruppo per il gioco legale. Codere è un operatore a livello internazionale ed è presente in sette Paesi: Europa, America Latina, Argentina, Messico, Panama, Colombia ed Uruguay gestendo oltre 55.500 apparecchi di gioco, circa 30 mila postazioni di bingo e 8.500 terminali di scommesse sportive attraverso punti vendita che comprendono 148 sale da gioco, 1.200 sale giochi, quasi 9.200 bar, 245 sale scommesse e quattro ippodromi. Il Gruppo si occupa e sviluppa anche giochi online. Chi ancora ci legge sa che proprio “non ci piace” dare cifre nude e crude, ma questa volta si è deciso di farlo soltanto per rendere nota la forza di questa impresa che porta avanti la valorizzazione del gioco responsabile.

Il Gruppo Codere cerca di arrivare a proporre un gioco sostenibile ed una esperienza di gioco sicura nonché alla tutela delle persone più fragili che potrebbero essere coinvolte nel gioco problematico, che indubbiamente esiste e che bisogna affrontare con armi e strumenti giusti: di certo non con i vari distanziometri e le fasce orarie di accensione degli apparecchi che secondo tanti esperti non sortiscono affatto un contrasto alle eventuali derive. L’ impegno del Gruppo è noto a tutto il settore e quando si muove od ha delle iniziative vengono rispettate ed ammirate da tutti i protagonisti del mondo dei giochi data la serietà con la quale da sempre questa azienda si pone agli occhi dei terzi e si muove sul mercato: senza dimenticare, cosa estremamente importante, il movimento occupazionale che i suoi punti di gioco producono.

Si sta cercando di presentare l’impegno di un Gruppo che proprio in questo momento emergenziale occupa lo “stop forzato” cui il gioco è sottoposto per migliorarlo ulteriormente e per implementare il proprio piano di Responsabilità Sociale che sta portando avanti con caparbietà. Ma, sopratutto, cerca di soddisfare le aspettative della propria utenza, continuando a perseguire una gestione responsabile che abbia l’obbiettivo primario di attenuare le preoccupazioni sociali intrinseche a questo settore: e quelle che portano l’opinione pubblica, a volte persino sobillata sotterraneamente dalle stesse istituzioni, ad avere una percezione errata di questo comparto. Ma non si deve dimenticare che anche l’alcol, il fumo e la droga possono avere effetti devastanti, non solo il gioco d’azzardo.

Il Gruppo sta svolgendo un lavoro molto minuzioso di analisi per definire posizioni e linee di azione per dare una risposta ottimale al mercato e minimizzare gli effetti negativi delle attività ludiche e le preoccupazioni che a volte producono. Ma quali sono in effetti gli errori o le preoccupazioni che il mondo dei giochi “produce” e che il Gruppo Codere vorrebbe tentare di migliorare? Prima di tutto, l’immagine del settore, argomento di primaria importanza: la disinformazione, o meglio la cattiva informazione sopratutto senza supporto di alcun dato specifico sul mondo dei giochi e delle scommesse, favorisce i pregiudizi che si nutrono nei suoi confronti. La soluzione che si sta studiando è quella più semplice: cioè diffondere studi oggettivi che proiettino finalmente un’immagine realistica del comparto e non ammantata di “mera fantasia antagonistica”.

In più rendere noti i veri dati sull’occupazione che il settore riesce a promuovere, ma sopratutto i dati sull’incidenza dei comportamenti a rischio che dimostrano chiaramente che il gioco non è “la piaga del secolo”. Anche i dati relativi alla richiesta dei prodotti di gioco va rapportata alle preferenze dei consumatori: le scelte stanno inevitabilmente cambiando e si sono indirizzate verso le scommesse sportive od il gioco online. Un’altra preoccupazione per il Gruppo è quella che riguarda le comunicazioni commerciali del gioco: se sono troppe vanno ad “intaccare” la protezione delle persone più fragili ed influenzabili, special modo i minori anche se questa parte dell’attuale società è abituata ad essere bersagliata di pubblicità in tutti i campi. Quindi, giusta la regolamentazione della pubblicità, ma non il suo divieto assoluto che sarebbe da rivedere: mentre sarebbe senz’altro più utile implementare strategie migliori verso il gioco responsabile, ma dandone forse più visibilità.

Gioco responsabile nel quale crede fermamente il Gruppo Codere, industria altamente regolamentata che si occupa di soddisfare le richieste di gioco e di intrattenimento nel modo migliore e più consapevole possibile. Questo dovrebbe evitare che “l’attività pubblicitaria” che si riceve anche a mezzo delle trasmissioni televisive possa generare una percezione sociale negativa di tutto il mondo dei giochi, comprese le slot machine. Ulteriore motivo di riflessione sono i locali di gioco: serve necessariamente una regolamentazione per la dislocazione e l’installazione dei locali e le tipologie di giochi che possono essere offerte. In questi punti è significativo che il gestore abbia un ruolo importante: deve maggiormente avvicinarsi al giocatore in modo che se quest’ultimo presentasse qualche sintomo di problematicità si possa intervenire rapidamente con consigli che non lo facciano coinvolgere con il gioco problematico.

Anche il controllo dell’accesso al gioco deve avere un ruolo importante: ovviamente accesso zero per i minori ed a coloro che si sono auto-esclusi sia per il gioco terrestre che per l’online. Questo è estremamente fondamentale perché la decisione di autoescludersi “è già costata parecchio” al giocatore e bisogna rispettare questa scelta, seppur sia una scelta forzata. Proprio per questo motivo il Gruppo Codere è già da tanto tempo che intrattiene rapporti con Enti pubblici e privati per promuovere iniziative che possano ottenere questo scopo. Si può dire che “gli autoesclusi” potrebbero far parte delle persone vulnerabili ed influenzabili: e proprio per loro il Gruppo Codere prosegue nell’allargamento del suo programma di gioco responsabile che si basa su concetti ben fermi sia sulla prevenzione che sulla individuazione dei comportamenti a rischio.

Dicembre 5, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
Gioco Digitale Casino
150 Giri + 500€
legale aams
Visita
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 3000€
legale aams
Visita
bwin casino logo
Bwin Casino
50 Giri + 200€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
500€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita