L’evoluzione di ADM nei confronti dei giocatori

evoluzione adm giocatori

Considerato ed assodato il fatto che il riordino del settore dei giochi, ed anche quello dei migliori siti legali di casino online, latita e non si ha, ancora oggi, contezza di quando e se questo arriverà mai sull’italico territorio, sembra quasi inevitabile che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dalla quale dipende buona parte dell’organizzazione del gioco, si faccia parte diligente per organizzare meglio i sui interventi e fare, quindi, la “sua parte” per quel che riguarda l’organizzazione del settore ludico: in modo particolare per quanto riguarda la tutela dei minori, argomento difficile ed importante da affrontare, poiché le menti ancora giovani possono essere coinvolte spiacevolmente, essendo ancora vulnerabili. Il territorio, quindi, va monitorato in modo sempre più attento, sopratutto, relativamente a questo segmento “di utenza”: infatti, sono maggiormente controllati ed attenzionati quegli esercizi che sono dotati di apparecchi da intrattenimento che sono quelli che suscitano nei giovanissimi particolare interesse, anche perché a volte vi si confrontano proprio accompagnando gli stessi genitori in ambienti dove esistono queste apparecchiature di gioco.

In aggiunta alla tematica dei minori, l’Agenzia, sta mettendo in atto anche strategie nuove ai fini del contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nella filiera del gioco, aumentando i flussi di comunicazione telematica con la Polizia Giudiziaria, cosa che rende senza dubbio più scorrevole il rapporto e tiene entrambi aggiornati ed in piena collaborazione. Ma la stessa Agenzia, con l’obbiettivo di assicurare un ambiente di gioco responsabile e legale, sta tenendo monitorati gli indici di presidio della rete dei giochi che misurano il periodico controllo degli esercizi che operano nel settore: al momento sono superiori ai target fissati in sede di piano di pianificazione e sono attentamente monitorati nel corso del loro esercizio attraverso relazioni che portano a comprenderne il loro andamento. Ciò porta anche al controllo della regolarità dei versamenti dei canoni concessori previsti e che i concessionari devono effettuare: il 97,1% degli esercizi risulta in regola e con versamenti precisi, cosa che denota anch’essa regolarità, precisione e correttezza da parte di chi gestisce un esercizio e propone l’offerta del gioco d’azzardo pubblico.

Nel suo percorso programmatico relativo alla propria evoluzione della gestione, l’Agenzia sarà anche impegnata a raggiungere gli obbiettivi di politica fiscale volti a favorire il rafforzamento della tax compliance, quindi a migliorare i rapporti con l’utenza, a garantire la prevenzione e la repressione dell’evasione tributaria e degli illeciti extra tributari connessi al commercio internazionale. Per quanto riguarda, invece, il fronte interno vi sarà l’impegno per dare una concreta attuazione al nuovo modello organizzativo transitorio ed a muovere nuovi passi verso il superamento della separazione operativa tra il settore dogane ed il settore monopoli, attraverso la semplificazione di procedure, la rimozione di doppie gestioni per eliminare, innanzitutto, dispersione di risorse e di tempo in modo da poter invece potenziare l’efficienza dell’azione amministrativa.

Non vi è dubbio che per gli utenti del gioco, già stressati dalle varie normative che restringono la loro operatività commerciale e, sopratutto, che fanno diminuire a dismisura i loro introiti giornalieri, vadano risolte alcune operazioni relative alla fiscalità ed al miglioramento degli adempimenti tributari, nonché la riduzione della conflittualità con gli stessi utenti. Con l’obbiettivo di fornire prestazioni sempre più qualificate, l’Agenzia intende accelerare il processo di semplificazione e di riduzione degli adempimenti che ne fanno discendere il potenziamento del sistema informativo, il dialogo telematico e della interoperabiità con gli operatori, l’ulteriore sviluppo della telematica, il miglioramento della gestione dei comparti relativi ai giochi ed ai tabacchi, l’ottimizzazione dei procedimenti amministrativi. In particolare, poi, per quanto riguarda il gioco ed i minori assumerà un rilievo molto particolare il controllo ed il rispetto, appunto, delle disposizioni che li riguardano, gli interventi per prevenire le infiltrazioni criminali nella filiera del gioco e per contrastare il fenomeno del gioco problematico.

Le iniziative e le strategie che sono state studiate per cercare di rendere migliore la vita degli utenti sono tante, innovative, ma pratiche, nuove e funzionali: in fondo a chi scrive pare non si voglia rivoluzionare tutte le norme che sono già in essere, ma solo migliorarle ed adeguarle con i tempi: quindi, modernizzarle e sveltirle in modo che l’utenza quando ha degli incombenti da affrontare, da aggiungersi alla vita commerciale quotidiana già abbastanza complicata, non debba farsi venire il “mal di testa” per compilare un modulo, fare una sostituzione di apparecchiature, richiedere nuovi permessi e quant’altro si possa riferire ad una gestione di un esercizio (particolarmente quando si parla poi proprio di gioco pubblico). Obbiettivamente, quindi, si ritiene che l’Agenzia stia facendo quanto in suo possesso per potersi adeguare alle esigenze di una utenza sempre più tartassata economicamente e con i “nervi a fior di pelle” per tutto l’insieme commerciale che è costretta a vivere nel quotidiano e con la propria attività.

Insomma, si può tranquillamente dire che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, per quanto le concerne, sta mettendo in atto iniziative più che positive per l’organizzazione della gestione dei suoi rapporti con l’utenza ludica: ovviamente, non è che possa “fare tutto da sola” e risolvere anche le problematiche che riguardano direttamente un altro interlocutore, l’Esecutivo Giallo-Verde, relativamente al riordino del settore dei giochi, ma fa un enorme primo passo in avanti per “rinnovarsi” ed allargare positivamente la sua gestione dei rapporti, in modo particolare, proprio con i protagonisti del gioco pubblico. A chi scrive tutto questo appare veramente una “bella cosa e sopratutto un buon inizio”: non altrettanto si può dire della latitanza perenne del Governo centrale che evita qualsiasi confronto con qualsivoglia protagonista della filiera del gioco, sia per quanto riguarda le esigenze di settore sia per la sua riforma ed il suo riordino. Si può, pertanto, dire che nella partita Agenzia delle Dogane e dei Monopoli vs/ Stato= 1-0, palla al centro.

Maggio 6, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita