La grande evoluzione delle scommesse sportive

evoluzione scommesse sportive

Il mondo delle scommesse sportive già da tempo ha avuto un’evoluzione pazzesca: se prima si trattava di scommettere solo sul risultato finale di un evento, ora esistono tantissimi step sui quali scommettere. Nel calcio, sport forse più “gettonato”, si scommette anche sul numero dei calci d’angolo, dei cartellini gialli o rossi, naturalmente dei gol e persino sul minutaggio di questi ultimi. Sicuramente appare una pazzia, ma da quando si sono sviluppate le scommesse in-play questo mondo sembra davvero “impazzito”. Necessita, però, per fronteggiare tale evoluzione del mercato, che gli operatori ricevano i dati in tempi strettissimi proprio perché, oggi, si offrono scommesse non solo sui semplici risultati finali degli eventi, come detto, ma anche su risultati molto più ”dettagliati e particolareggiati”. E considerato che le scommesse in-play sono quelle che hanno guidato la rivoluzione delle scommesse in questi ultimi anni, è risultato inevitabile che vi sia stata una sorta di “grande corsa all’acquisizione dei dati” che vengono messi a disposizione degli operatori in modo più che veloce.

Si sta parlando di una tempistica di un secondo, massimo due, ben diverso da quella tradizionale dei 5-10 secondi impiegata per la raccolta dei dati attraverso le trasmissioni televisive: queste “esigenze” hanno prodotto un mercato particolare relativo ai fornitori di dati sportivi che stanno, a loro volta, intavolando trattative con svariate federazioni sportive per acquisire i diritti come fornitori di dati sportivi ufficiali. Spesso gli operatori delle scommesse sportive si rivolgono a più fornitori di dati per avere materiale più vario con il quale confrontarsi: l’elenco delle federazioni contattate dai fornitori di dati si allarga ovviamente sempre di più, ma al momento è già corposo. Infatti, tra queste scelte, si annoverano Fifa, Uefa, National Basket Association, National Football League, National Hockey League, Major League Baseball, Pga Tour, Nascar: e queste sono soltanto alcune. É evidente che le scommesse in-play si riferiscono, prevalentemente, ai campionati di calcio dei vari Paesi che spaziano dall’Italia, alla Spagna, alla Germania, al Regno Unito, per proseguire con gli incontri di basket, di baseball: ovvio che vengano accettate scommesse anche per sport ed eventi diversi.

Nei compiti dell’operatore di scommesse, non quindi relativi ai casino online in italia, rientra la raccolta dei dati che può variare tra dati base e quelli più complessi: ma, logicamente, l’importante è che siano dati ufficiali ed approvati dalla Lega o dalla Federazione che organizza gli eventi, e non solo. A volte, infatti, i dati che vengono forniti sono accompagnati da statistiche ed informazioni sportive basate sia su dati ufficiali che su quelli che non lo sono. Per i dati ufficiali si può risalire a quelli live, acquisiti attraverso un arbitro durante una partita di tennis oppure tramite microchip inseriti nelle spalline degli atleti della Nfl durante una partita di football americano. Per quello che riguarda i dati non ufficiali sono coperti da procedure rigorose, attraverso algoritmi, ed includono quelli acquisiti a mezzo di trasmissioni televisive e raccolti da giornalisti che li registrano mentre stanno guardando una partita in diretta. Ma qual’è il “tragitto” che percorrono i dati sportivi e come arrivano agli operatori di scommesse? Vengono distribuiti, generalmente, attraverso il collegamento a strumenti tecnologicamente avanzati di visualizzazione e di software: molto spesso il “viaggio dei dati” viene fornito per predisporre, poi, l’integrazione di video con pubblicità “su misura”.

Ma con tutte queste innovazioni, anche il mercato delle scommesse è diventato un vero campo di battaglia: in effetti, fra i vari fornitori di dati sportivi è nata una cruenta concorrenza per ottenere i diritti di dati in esclusiva da parte degli organizzatori degli eventi sportivi sparsi in tutto il Mondo. Ciò consente di vendere su base esclusiva “pacchetti di dati ufficiali”, cosa che ha un maggior peso sul mercato perché rispecchia l’importante raggiungimento di un’esclusiva da parte di determinati fornitori di dati. Ma esiste anche “il retro della medaglia”: un netto aumento dei costi per gli operatori delle scommesse che si traduce con un ritorno trascurabile sull’investimento effettuato. Cosa che obbliga, inevitabilmente, a guardare a “lungo termine” per le cifre impegnate: gli operatori, però, preferirebbero, come qualsiasi altro imprenditore, arrivare a guadagni reali nel medio termine e non aspettare a lungo per vedersi concretizzare un buon guadagno. Considerato tale ragionamento prettamente economico per gli operatori delle scommesse sportive, ma anche il livello di concorrenza in crescendo tra gli stessi operatori, sorge spontanea una domanda: per avere un minimo di ritorno sull’investimento quanto costa agli operatori l’acquisizione di dati sportivi ufficiali?

Di certo è una domanda pertinente che fa senz’altro riflettere: se un operatore di scommesse non è in grado di produrre una minima marginalità, si troverà inevitabilmente a rivolgersi ai dati non ufficiali, mettendo la sua professionalità in discussione, se non addirittura in pericolo. Per ciò, bisognerà considerare che la corsa per ottenere i diritti per i dati in esclusiva, e dei quali ormai non esiste più alcun “listino prezzi” e che vengono venduti a cifre sempre più consistenti, farà lievitare a dismisura la presenza delle forniture illecite di dati. Gli operatori saranno disposti ad utilizzare dati sportivi acquisiti in modo illegale, a prezzi più convenienti indubbiamente, ed a soddisfare così le richieste del mercato, riuscendo in questo discutibile modo ad incrementare anche il proprio conto corrente: ma come è lapalissiano non è una cosa positiva.

I dati illegali non dovrebbero circolare mai, proprio per rispettare quella parte di operatori delle scommesse che rischiano il proprio capitale pur di acquisire dati legali ed a prezzo elevato, ma sempre dalla parte della legge. Ciò dovrebbe essere il veicolo conduttore di tutto il mercato del gioco, in tutti i suoi componenti. Il fenomeno dell’illegalità nelle scommesse sportive, purtroppo, deve ritenersi oggi preoccupante: ma, innanzi tutto, deve essere affrontato dalle istituzioni e dalla categoria stessa molto prontamente, altrimenti vi sarà solo il posto per i grandi operatori internazionali che hanno la disponibilità economica di coprire i costi carissimi dei dati ufficiali, lasciando “le briciole” agli operatori delle scommesse che possono solo permettersi di acquisire i dati non ufficiali. E così non va assolutamente bene e “non ci piace” proprio.

Marzo 13, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 3000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita