Il rapporto sugli adolescenti con il disturbo da gioco d’azzardo

adolescenti e gioco azzardo

Chi scrive cerca sempre di essere “sufficientemente obbiettivo” quando parla di percentuali, di dati, di statistiche: e questo non perché la sua mente sia portata alla matematica, anzi è l’esatto opposto, ma solo perché si vuole riferire anche della parte “derive” che può discendere dal gioco, o dai siti di casino, in quanto “non ci piace” affatto fare gli struzzi e sottolineare che il gioco d’azzardo è solo sano intrattenimento. Si sa che non è completamente così quando si affronta questo effimero mondo senza la sua cultura e con improvvisazione: cosa che accade, purtroppo, spesso e volentieri ai giovani e giovanissimi che passano la maggior parte della giornata in rete, sia per divertimento che per studio, e quindi sono bombardati da ciò che arriva sui loro smartphone, anche con il divieto di pubblicità che, come ben si sa, colpisce solo ed esclusivamente il gioco lecito. Anche se questo è una incongruenza, è purtroppo un dato di fatto. Ora in queste righe si vorrebbe condividere un’indagine dell’Istituto Superiore della Sanità illustrata dalla “fotografia” scattata al popolo degli adolescenti, alle loro abitudini ed ai loro rapporti con il gioco.

Si vuole partire dal dato finale: dal 2014 ad oggi la percentuale degli adolescenti che sono soggetti a DGA è cresciuta del 10% e per quando riguarda il gioco con vincita in danaro 4 studenti su 10 hanno avuto un minimo di esperienza diretta. Relativamente a questi dati, i ragazzi risultano maggiormente coinvolti rispetto alle coetanee e la percentuale differisce di una certa importanza, 62% i primi e 23% le seconde: ma risulta anche che questi giovani hanno della loro vita “un’alta percezione” anche se sicuramente le loro abitudini nel quotidiano non sono, poi, così corrette. Meno del 10% svolge un’ora al giorno di attività fisica, mentre un quarto di loro supera abbondantemente le due ore al giorno davanti ad uno schermo e questo è il tempo massimo che viene suggerito per la loro integrità. Bisogna anche dire che, oggi, gli adolescenti sono per tante ore lasciati “da soli” o con baby sitter o con i nonni (quelli ovviamente più fortunati) ed, ovviamente, gestiscono quasi in autonomia il proprio tempo e ciò presenta qualche difficoltà.

É un discorso che si è affrontato più volte quest’ultimo, ma purtroppo non esistono possibilità alternative visto che il sociale non supporta per tutto il giorno la mancata presenza dei genitori. Questa solitudine a volte provoca situazioni poco piacevoli come anche quella di rivolgersi ad internet più del necessario e qui incontrarvi “giochi e giochini” che possono travolgere e coinvolgere, accompagnando l’adolescente anche verso il gioco problematico. In ogni caso, la fotografia della vita della parte più giovane della nostra attuale società è stata coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità, insieme alle Università di Torino, Padova e Siena, le rilevazioni effettuate nel 2018 sono state ad opera del Sistema di Sorveglianza Hbcs Italia, promosso dal Ministero della Salute: il tutto naturalmente in sinergia con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, le Regioni ed ovviamente anche con le Asl.

Un dato positivo, se così si può dire, è che la percentuale dei ragazzi che hanno avuto esperienze con il disturbo da gioco d’azzardo, dal 2014 ad oggi non è cambiata di molto e non ne è stato riscontrato un cambiamento sostanziale. Questo in linea di massima potrebbe significare che forse si sta andando verso una sorta di consapevolezza di cosa si incontra quando ci si avvicina al gioco nelle sue varie manifestazioni. Ma, sicuramente, non si deve abbassare la guardia poiché più si va avanti con gli anni, più il gioco riesce a coinvolgere i vari soggetti che con la crescita hanno anche più esigenze e possibilità economiche che possono rischiare con i loro giochi preferiti. Se, però, le percentuali non aumentano, come sembrerebbe, si può dire che gli allarmi generali che continuano a lanciarsi contro il mondo del gioco vanno sicuramente riconsiderati, ma anche ridimensionati nei numeri.

Non si vorrebbe mai che venissero fatti conoscere dati sovra-stimati per una sorta di “odio politico” nei confronti del settore che, invece, può essere considerato utile per l’economia del nostro Paese: andrebbe in verità valutato meglio, ma sopratutto con dati veritieri e non come è stato fatto troppo spesso con informazioni che sono andate ad “impressionare negativamente” l’opinione pubblica. Dati che sono arrivati persino a devastare l’industria del gioco pubblico e spinto a “produrre normative” sicuramente ostative alle attività commerciali ludiche. Comunque, un equilibrio ci vorrebbe: sia da parte dei fruitori del gioco, ma anche da parte di chi lo valuta, altrimenti si “fa sicuramente il male di tutti”. Ma, bisognerebbe lasciare ad ognuno la libertà di scelta su come passare il tempo libero, pur cercando di indirizzare nel modo più idoneo le scelte, ma senza prevaricare la volontà di ciascuno. Insomma, ciò significa stare nel giusto, senza comunicare falsità, ma informando sicuramente i giovani-cittadini, ma anche quelli che giovani non lo sono più, sui lati oscuri del gioco d’azzardo.

Ma dovrebbe anche rappresentare con esattezza quelle positività che il gioco porta con sé, che ha nel suo DNA. Si è stati sempre convinti che la cultura del gioco, e di quello che lo circonda, sia uno degli strumenti indispensabili per affrontare una partita alle slot macchine con tranquillità, con divertimento e mai con angoscia. Sopratutto, non pensando mai di risolvere la propria vita quotidiana giocando, e senza lavorare: e per quanto riguarda gli adolescenti, che sono il fulcro di queste righe, giocare solo ed unicamente per divertirsi e per confrontarsi con la propria abilità. Per concludere, si sottolinea che queste rilevazioni sullo stile di vita dei nostri adolescenti sono state svolte su ragazzi con un’età variabile tra gli 11-13 e 15 anni, quindi in pieno periodo pre-adolescenziale ed adolescenziale da sempre fase assolutamente cruciale per la vita e la comprensione degli eventuali rischi: sono risultati utili per poter intervenire con strategie che possano facilitare l’assunzione di stili di vita salutari in modo da poter sviluppare valori positivi che rendono la vita particolarmente in armonia con il mondo che li circonda.

Ottobre 18, 2019: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita