Il Governo odia il gioco d’azzardo ma tiene d’occhio gli Esports

governo mette gli occhi sugli esports

In questi ultimi tempi, visto che il mondo dei giochi e quello dei casino online migliori fa apparire una sua immagine relativa al suo percorso commerciale sempre nebulosa, incerta e poco incline indubbiamente all’entusiasmo, ci si ritrova per avere un po’ di gioia e di speranza di un “radioso futuro” a parlare sempre con più frequenza di eSports, fenomeno che sta prendendo gli onori della cronaca per la sua positività sia come risultati, che come interesse, che come partecipazione. La stampa ne sta parlando con una certa curiosità, ma in modo attento: e questo forse ha sollecitato anche l’interesse del Governo che pur odiando il gioco con tutto il proprio essere (in modo particolare il Movimento Cinque Stelle), sta guardando agli eSports con una notevole attenzione (forse pensa anche ai “guadagni” che potrebbe ricavarne, tanto per cambiare). Ci si vuole riferire ad una dichiarazione rilasciata dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega all’editoria, che parla appunto di videogiochi e di eSports e sottolinea che il Governo guardando con particolare attenzione questo comparto ne deve riconoscere le potenzialità che lo stesso racchiude e potrebbe rappresentare.

É evidente che quando si parla di videogiochi si pensa a qualcosa di concreto come ai “ragazzini ed ai loro joystick”: mentre quando si parla di eSports è tutto diverso: vi è indubbiamente un’industria dietro questo fenomeno anche se in Italia, lo si dice spesso nelle nostre righe, ancora gli eSports non sono esplosi come in altri Paesi, ma il vedere che l’attuale Esecutivo Giallo-Verde vi si interessa ha un significato importante. Vuol dire che lo stesso Governo pensa di non relegare gli eSports ad un gioco puro e semplice ma “vede già lungo” e, quindi, un tornaconto per le proprie casse dell’Erario: se gli stessi stanno suscitando interesse è ovvio che attorno vi girino interessi commerciali che “cominciano a farsi sentire” in modo interessante. Effettivamente, il mondo degli eSports nel 2019 muoverà un flusso di danaro superiore ad un miliardo di dollari e di ciò si è parlato molto nei giorni scorsi dopo la presentazione del report della Newzoo, società che si occupa di valutare il mondo dei giochi competitivi sotto vari aspetti e diversi punti di vista, ma in modo particolare sotto il profilo economico.

Tale report ha dimostrato che le sue analisi non sono “proprio campate per aria” ma sono basate su analisi ed informazioni vagliate con precisione e questo denota la professionalità con la quale Newzoo è riconosciuta ed è ormai sinonimo di certezza. Infatti, i programmi che questa struttura generalmente comunica sul futuro di questo o quel gioco si concretizzano con una frequenza impressionante e questo fa sì appunto che la stessa ha acquisito una certezza di valutazione assolutamente invidiabile. Ed allora bisogna guardare con attenzione ed interesse (e qui ritorniamo a queste sensazioni che ha pure il nostro attuale Esecutivo) la previsione di Newzoo sul mondo degli eSports: una crescita del 26,7% quest’anno che rispecchia esattamente un trend già individuato e relativo allo scorso 2018. La novità potrebbe essere accompagnata, come si diceva inizialmente in queste righe, da un interesse crescente da parte dei media tradizionali: un interesse che cresce proporzionalmente alla crescita dell’indotto.

Apparentemente, sembra essere in corso una specie di gara tra le emittenti digitali per accaparrarsi i migliori contenuti eSports con la speranza di accattivarsi l’attenzione di un maggior pubblico: quindi Twitch, Youtube e Facebook battagliano tra loro in una bagarre inevitabile se si considera che gli appassionati di eSports sono in fortissima crescita in tutto il Pianeta! Alcune cifre rappresentano questo interesse: sono 453,8 milioni di persone, calcolando una percentuale in aumento del 15% rispetto al 2018 coloro che seguono questo nuovo segmento e quasi la metà sono veri e propri appassionati mentre gli altri possono considerarsi “ancora curiosi, ma molto interessati”. Si può affermare che ognuno degli appassionati ha una sorta di “valore spesa” impiegato per inseguire la propria passione, valore che arriverà ad essere di circa 6,02 dollari entro il 2022, valore che apparentemente sembra basso, ma bisognerebbe moltiplicarlo per 500/600 milioni di persone, come suggerisce di fare Newzoo nelle sue previsioni.

Persino il Cio è stato convinto a valutare l’opportunità di inserire gli eSports alle Olimpiadi: e tale pensiero è stato convogliato dalle cifre di cui si è parlato, ma anche i principali sponsor si sono “antennati” dalle valutazioni sul futuro degli eSports e non vogliono certamente “rimanere fermi al palo”. Oltretutto, le decisioni sia del Cio che degli sponsor sono sostenute dalle previsioni che sempre il report di Newzoo comunica: parla di una ulteriore sensibile crescita nei prossimi anni. E per riportare qualche dato, che si riferisce però solo agli Stati Uniti, i ricavi relativamente agli eSports potrebbero lievitare nel prossimo triennio di oltre il 60%, avvicinandosi a 700 milioni di dollari nel 2022. Sono proiezioni che non si possono applicare al nostro Paese che è ancora parecchio indietro relativamente alla diffusione degli eSport, ma che fanno anche nascere due punti di vista diversi per il futuro.

C’è chi pensa, infatti, che forse gli eSports rappresentano una bolla di sapone, una novità come tante altre che prima o poi si lascerà alle spalle un “mare di lacrime” ed, invece, c’è chi pensa che la competizione per accaparrarsi “una torta gustosa” possa solo concretizzare un aumento del livello dell’offerta con la conseguenza di aumentare il divertimento degli appassionati. Ma sono solo voci, niente indagini né ricerche, né certezze, né sopratutto realistiche previsioni. Come è altrettanto vero che si tratta ancora di una realtà piena di evidenti contraddizioni e, sopratutto, di variabili assolutamente imponderabili: infatti, basta un qualsiasi movimento dall’altra parte del mondo per cambiare le sorti future di un titolo: quindi, ancora un mondo complesso ma che tiene valida però una qualunque ipotesi. Ma il Governo Giallo-Verde guarda e controlla con occhio attento tutto ciò che rappresentano gli eSports ed i suoi appassionati: chissà mai che anche questo gioco (immorale?) diventi una fonte inesauribile di risorse!

Aprile 12, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita