Il gioco d’azzardo legale deve avere la forza di andare avanti

gioco azzardo deve andare avanti

Non sono parole di chi scrive queste, ma del nostro astronauta Luca Palmitano: ma parole che “ci piace” adattare e ritagliare per il mondo del gioco d’azzardo, casino online in italia compresi, poiché gli sembrano disegnate addosso. Il gioco ha avuto ed ha tuttora la voglia, la forza e la speranza di rincorrere sempre qualcosa di nuovo da poter acquisire, studiare e mettere sul mercato, cercando così di riuscire a coinvolgere tanti suoi estimatori ed accontentarne le esigenze per intrattenerli con sempre più sicurezza, ma anche con tanto divertimento. In fondo chi gioca, quanto meno la parte più importante” lo fa proprio con lo scopo del mero divertimento, cosa per la quale il gioco pubblico è nato tantissimi anni fa. Però, sembra che nessuno pensi a questo ed il gioco, e tutte le sue imprese, sono ormai da tempo guardate con sospetto e demonizzate e si tenta, da parte oltre tutto delle stesse istituzioni, di distruggere il settore dal quale, però, tutti i Governi “pescano a piene mani”, ovviamente senza tante remore.

Senza dubbio si può dire che il gioco d’azzardo, nonostante il tipo di atteggiamento tenuto da parte della politica in questi ultimi due anni, “tiene duro” e continua nella speranza di vedere il proprio settore integrato nel sociale, rispettato ed anche, ammirato per quello che è riuscito a raggiungere. Non bisogna mai dimenticare che la nostra Costituzione prevede che il nostro Paese sia fondato sul lavoro, che oggi appare per la maggior parte dei giovani una vera e propria chimera, ma che non riesce a garantire. Dunque, lo Stato non mette in condizione i giovani di poter lavorare, mentre il settore ludico è riuscito ad impiegare decine di migliaia di lavoratori, inventando persino nuove professioni che fino a qualche tempo fa non si pensava potessero esistere. Infatti, ci si trova con giovani che hanno imboccato la strada del croupier, dei tecnici e dei controllori degli apparecchi da intrattenimento, dei direttori di sala giochi e tante altre attività attinenti il mondo del gioco d’azzardo, che ancora oggi sembrano “attività strane”.

Ma questo fa parte del “mondo della speranza” ludica: il rincorrere cose innovative, particolari che però hanno portato bene al Paese, nonostante gli Esecutivi di turno, e di diversa colorazione, siano nettamente contrari: od, almeno, questo è ciò che risulta dai diversi atteggiamenti istituzionali che non fanno altro che osteggiare qualsiasi attività di gioco, tranne quando acquisiscono le concessioni per rappresentare lo Stato ed il suo gioco pubblico. Così si consente la messa in campo di normative che si sa già in partenza non consentiranno ai punti di gioco di proseguire nel loro percorso commerciale. Ma il gioco pubblico ha una forza di volontà ed una voglia di restare a galla impensabili: insiste nel perseguire le proprie speranze, resiste contro qualsiasi iniziativa istituzionale, persino davanti alla latitanza dello Stato centrale nel non riordinare il settore. Anche questa è forza di volontà: opporsi all’Esecutivo nella sua assoluta negatività, anche se il riordino nazionale dei giochi sia diventato indispensabile.

Di fronte a queste mancanze istituzionali, però, non si demorde, si va avanti, cercando di aprire un qualsiasi confronto per indicare le esigenze dell’industria del gioco, le sue problematiche attuali, i migliaia di licenziamenti che si sono dovuti effettuare perché, purtroppo, il gioco lecito non riesce più a lavorare. Non riesce più ad incassare il danaro necessario per riuscire a pagare le tasse con i nuovi recentissimi aumenti, le tasse normali, che devono pagare tutte le altre imprese, e quindi a tenere aperte le società di gioco che ancora riescono a resistere sul territorio. Nel frattempo, mentre continua questa guerra inconsulta ed incomprensibile tra il gioco pubblico e le varie istituzioni, l’illegalità si insinua lentamente su tutto il territorio, contenta di questa debacle della legalità che lascia praterie sconfinate nelle quali il gioco illecito spazia, guadagna, si diffonde: e con esso anche le altre attività poco legali come l’usura ed i vari compro-oro di dubbia origine ed altri annessi e connessi.

Sicuramente, avere sempre voglia di raggiungere qualcosa di importante, di nuovo e di interessante rappresenta un veicolo conduttore di grande pregio: un’altra cosa che il gioco, ed anche il poker online, persegue è l’innovazione, la tecnologia sempre più avanzata, la realtà virtuale, quella aumentata. Tutti percorsi che possono apportare novità sul mercato e creare movimentazione economica, cosa necessaria per fare in modo che il settore non sparisca ed anche che il mercato non rimanga in stand-by così a lungo. Non si deve dimenticare come il nostro Paese viene visto dall’estero per quello che riguarda il mondo del gioco: infatti, sino ad un paio di anni fa, veniva portato ad esempio dagli altri Legislatori che ne ammiravano la normativa, quella di allora e non sicuramente quella attuale, assurda e confusionaria, la distribuzione, la modernità e l’organizzazione su tutto il territorio.

Oggi, anche a seguito del provvedimento di divieto della pubblicità, lo stesso settore che allora rappresentava la terza economia del Paese viene guardato “quasi con ironia” e per gli altri Stati rappresenta senz’altro un’assoluta anomalia nel complesso globale dei giochi: e di certo non è da considerarsi un passo avanti a livello internazionale! Forse, l’Italia continua ad essere ammirata come un Paese pieno di risorse e di cultura, ma ormai non certo grande a livello del suo gioco pubblico. A nessun’altra realtà territoriale verrebbe mai in mente di apportare un divieto così proibizionistico come quello contenuto nel Decreto Dignità che continua a creare dissertazioni in ogni dove, e che nessuna istituzione che “abbia un poco di sale in zucca” andrebbe ad emettere. Troppi interessi girano attorno alla pubblicità per chiunque ed in qualunque Paese, quindi perché eliminarla? Sicuramente, quasi tutti i Paesi stanno pensando di regolamentarla meglio, tenerla sott’occhio ed indirizzarla in modo che non possa procurare danni sopratutto alla parte più giovane delle varie società. I giovani sono coloro che andrebbero particolarmente difesi dalla pubblicità indiscriminata dei giochi d’azzardo che arriva perennemente sui vari smartphone sempre in rete: questo andava fatto, ma non un provvedimento che si dimostrerà più dannoso di quel che si può immaginare.

5 Febbraio, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita