I videogiochi competitivi fanno discutere tante persone

videogiochi competitivi

Risulta sin troppo evidente che gli eSports, i videogiochi competitivi e non i siti di casino, stiano facendo “discutere” già da un bel pezzo: è una specie di evoluzione del fenomeno del gioco senza vincita in danaro che sta suscitando grandissimo interesse e del quale ci si ritroverà a parlare sempre più spesso, cercando sopratutto di guardarlo con estrema attenzione poiché coinvolge un target assolutamente giovane di contendenti e per questo deve essere maggiormente “attenzionato” da chi ne vede un futuro business. Questi eSports sono riusciti veramente ad accattivarsi un proprio pubblico di estimatori ed anche tantissimi curiosi ai tornei che vengono organizzati: i ragazzi che scendono in campo nei vari eventi sono ricercati dai coetanei come fossero già delle star e questo fa indubbiamente parte del mondo dei giovani e giovanissimi che si esaltano per questa popolarità e seguono “i loro eroi” ovunque, come fossero realmente campioni in qualche sport più usuale come il calcio, la pallacanestro od il tennis.

Forse, ancora oggi, i giovani hanno necessità di avere questi idoli che scaldano i loro cuori ed il loro interesse e così qualsiasi novità, come questa dei videogiochi competitivi, sta creando un grande movimento anche economico. Ora, ci sarà da valutare la “posizione” degli sport elettronici e le sale giochi, argomento questo che ha tenuto banco anche in Eag 2020, la fiera dell’intrattenimento che nei giorni scorsi si è sviluppata a Londra nel centro espositivo ExCel dove si è dibattuto lungamente sugli eSports e sull’amusement. In questo scambio di idee hanno partecipato alcuni leader in questo segmento che hanno comunicato le loro esperienze dirette nelle attività delle sale giochi: sono stati illustrati gli sviluppi attuali e quello che potrà riservare il futuro, mostrando chiaramente che la sinergia tra i due mondi è già molto realistica ed avanzata poiché ha portato parecchie soddisfazioni a chi ha voluto investire nelle nuove tecnologie, avendo dimostrato chiaramente di aver avuto un “occhio proiettato al futuro”.

Il fatto che il fenomeno degli eSport sia trasversale e che sta prendendo piede in diverse realtà, seppur con tempistica diversa, è stato l’intervento a questo dibattito di Paesi diversi tra di loro come Italia, Germania e Stati Uniti: in effetti, seppur territori con una esperienza diversa, il vedere come obbiettivo finale da raggiungere, quello di vedere il futuro dell’intrattenimento in sala giochi ed anche quello di essere riusciti a percepire le condizioni principali per le quali questo tipo di attività si svilupperà in modo adeguato e con un tornaconto economico più che interessante, senza dubbio li accomuna. Sinteticamente, si può dire che ciò che serve per arrivare a sfruttare economicamente questa opportunità è senz’altro un cambio di approccio degli operatori delle sale e della stessa industria dell’intrattenimento che deve investire su queste tecnologie innovative, puntando sulla formazione e sulle infrastrutture. Ma non bisogna dimenticare che il fenomeno degli eSports, seppur stia spopolando tra i giovanissimi, non è ancora stato compreso completamente fino in fondo.

É proprio per questo motivo che si rende assolutamente indispensabile diffondere la cultura del gioco competitivo attraverso l’educazione dei giocatori per far comprendere l’evoluzione tecnologica, ma che deve essere estesa anche alle famiglie che vanno ad accompagnare i ragazzi: gli adulti non devono guardare queste attività con occhi dubbiosi o con sospetto. Devono contemplarne gli aspetti educativi e sopratutto di aggregazione che sono essenziali ed interessanti per lo sviluppo mentale degli stessi ragazzi che devono comprendere “l’utilità del gioco”, prima ancora del divertimento. Mentre gli operatori dell’intrattenimento devono comprendere che il futuro del gioco ormai è questo presente e, quindi, si devono adeguare a queste scelte: d’altra parte come si sa il mercato oggi principalmente è quello che dipende dalle indicazioni dei giovani e dalle loro predisposizioni. “Ci piace” sottolineare l’esperienza che proviene da Las Vegas dove si è provveduto ad inserire la “materia degli eSports” nei programmi universitari, ma anche nelle scuole in generale e nei luoghi di aggregazione.

Ma due parole vanno anche spese per quanto riguarda l’investimento nelle infrastrutture poiché se la realtà virtuale e quella aumentata rappresentano oggi i principali sviluppi del gioco e per l’amusement, ed avranno molto probabilmente un impatto forte sugli stessi eSports, è evidente che tali tecnologie richiederanno notevoli investimenti se l’obbiettivo finale sarà poi quello di inserire tutte queste innovazioni nelle sale giochi. E non vi è assolutamente dubbio che questa destinazione finale sia quella ottimale: ma da qui discende, però, una serie di operazioni che devono fare gli operatori delle sale da gioco. Quindi, avere sale connesse e personale dedicato che sia in grado di creare e di gestire un insieme di giocatori che sono alla base del gioco competitivo. Sino ad oggi questo non si era mai reso necessario per le forme di gioco attuali rivolte ai bambini: ma oggi con la tecnologia sempre più evoluta e tenendo conto del particolare rapporto che i giovanissimi hanno con quest’ultima, risulta imprescindibile una gestione diversa del rapporto tra i frequentatori delle sale da gioco e gli stessi giochi così evoluti che si differenziano quasi totalmente dal gioco tradizionale cui si era abituati finora.

É evidente, quindi, che gli addetti ai lavori dovranno essere preparati a questo se vorranno avere un futuro interessante davanti a loro. Prima gli operatori si renderanno coscientemente conto che questi fenomeni ormai fanno parte della vita dei giovani e dei giovanissimi, prima affronteranno il loro futuro commerciale con consapevolezza: sopratutto, è una situazione che oggi l’industria del puro intrattenimento non può ignorare. D’altra parte non si può evitare di prendere contezza che il successo della realtà virtuale ed il boom in generale degli eSports siano fenomeni commerciali effettivi e rappresentano opportunità che il settore non può lasciarsi sfuggire da sotto il naso: è opportuno che le aziende del settore comprendano in che modo ed in che misura possono sfruttare tali opportunità prima che “l’ondata di entusiasmo” passi e che diventi già “fuori moda”!

11 Febbraio, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita