Gioco: Nonostante i perbenisti è sempre disponibile

gioco ancora disponibile nonostante i perbenisti

Chi disdegna il gioco d’azzardo ed i migliori siti di casino online, chi dice che è immorale e, sopratutto, chi afferma che sia una piaga a livello biblico dovrà pure, prima o poi, rendersi conto che questo intrattenimento è cercato dai cittadini nelle diverse forme che vengono offerte sul mercato (purtroppo, anche su quello illegale). E questo nonostante si stia facendo di tutto per farlo sparire dall’italico territorio con il fine “di non indurre in tentazione” i cittadini, arrivando al punto di espellerlo in svariate zone mettendo le varie attività commerciali ludiche in una situazione invivibile: cigliegina sulla torta, l’Esecutivo Giallo-Verde, a conclusione di tutte le varie battaglie che ha messo in campo direttamente e che ha permesso si portassero alla fine da parte delle Regioni e degli Enti Locali, è stato emesso il divieto della pubblicità ai giochi ed alle scommesse. Ma, in ogni caso e nonostante tutto, ci si deve rendere conto che il gioco esiste, vive ancora ed è ancora disponibile per i suoi estimatori: oggi, oltre tutto lo è forse ancora di più, h/24, poiché online non esistono frontiere, orari, distanziometri, fasce orarie.

Il gioco d’azzardo è lì, pubblicizzato o meno, sempre disponibile e per ciò gli operatori di casinò devono adeguare la propria offerta puntando appunto sul social: prima, però, di affrontare questo preciso discorso bisogna dire che i giocatori attivi in tutto il mondo sono oltre 2,5 miliardi e spenderanno per i giochi la somma complessiva di ben 152,1 miliardi di dollari circa, arrivando con questa cifra a raggiungere un aumento nella percentuale del 9,6% su base annua. “Ci piace” comunicare queste cifre ad “onor del vero” e per far prendere atto anche a chi sa poco del mondo del gioco d’azzardo, di cosa effettivamente si sta parlando: e questi dati fanno riflettere sul fatto che il mercato globale dei giochi continua a crescere con alcuni suoi segmenti che, probabilmente, cresceranno più di altri. Il mondo del social gaming, in modo particolare, è quello che lo sta facendo più rapidamente ed è la crescita “più naturale” in quanto è in perenne evoluzione tecnologica.

Infatti, l’adozione di tecnologie di gioco avanzate, il basso costo dei giochi, l’aumento (almeno per il momento) dei contenuti online e la loro distribuzione consentono ai cittadini-giocatori di scaricarne i relativi contenuti. In seguito a ciò sembra sempre più probabile che i social casinò favoriscano la crescita del mercato in conseguenza dell’aumento del traffico di social gaming. E questo è il motivo più semplice per il quale tante imprese di gioco stanno iniziando a guardare proprio nella direzione social, cosa che forse potrebbe “assicurare un futuro commerciale”. Il gioco d’azzardo sta passando momenti bui e per questo si punta sul “social”, scelta che si comprende e si basa sui numeri relativi all’utilizzo delle app attuali. I casinò social rappresentano un gioco d’azzardo con una valuta virtuale senza possibilità di perdite o vincite reali: ci sono due modelli impiegati nel settore dei giochi social chiamati “Up-front” e “Free game”.
I diversi tipi di giochi social sono in stile casinò: poker e slot, oppure bingo ed altri giochi da tavolo.

Uno studio che si sta facendo verso questo nuovo sviluppo dei giochi prevede che il mercato globale di questo segmento aumenterà in modo elevato tra il 2018 ed i 2022. Questo sviluppo preventivato si potrebbe attribuire al crescente numero degli utente di social media, all’aumento ovvio della popolazione mondiale e, non da ultimo, anche dalla penetrazione degli smartphone a livello globale. Da queste motivazioni si può tranquillamente evincere che l’industria del gioco di tutto il mondo non può rimanere “ferma al palo e non sfruttare, e stare soltanto a guardare, questo cambiamento super tecnologico senza pensare di adeguare le proprie offerte a quanto sta succedendo nel Pianeta. Una riflessione va comunque debitamente fatta: probabilmente, i casinò social rappresentano un ibrido nei confronti dei prodotti normalmente offerti come giochi tipici da casinò. Ma accontentano la passione dei giocatori, offrendo loro, però, un prodotto in altre forme ed in altri canali ed in altre modalità.

Ci sarà, poi, un gran lavoro per riuscire a tenere la nuova utenza all’interno di queste strutture innovative e tecnologicamente avanzate e, senza dubbio, l’intento è quello non solo di “mantenere gli utenti, ma di attirarne di nuovi” e qui subentrerà il concetto di sapersi attrezzare con una offerta multicanale, forse non proprio nelle “corde di tutti i giocatori”, almeno per il momento. Un’altra sfida per l’industria del gioco che ne sta già affrontando tante, ma che sta diventando forzatamente un “fare indispensabile” se si vuole mantenere a galla la propria azienda e tenere a bordo i propri dipendenti. Mai come in altri Paesi, infatti, il gioco pubblico italico è da tempo soggetto a sfide impensabili: contro i distanziometri, contro le fasce orarie, contro i luoghi sensibili ed, ovviamente, contro normative restrittive che condizionano sempre di più le attività commerciali ludiche. Tutte cose che sono risultate deleterie per il nostro settore dei giochi e che lo sta trascinando in situazioni sempre più difficili da gestire e sottoponendolo a sforzi notevoli in modo particolare a livello economico.

Non si può dimenticare, infatti, che le varie ordinanze sul gioco “nascono come funghi”, quasi quotidianamente, ed obbligano le attività ludiche persino ad aggiornare il loro parco macchine con “una certa frequenza” per adattare l’offerta del prodotto alle innovazioni normative: per fare un esempio le apparecchiature da remoto, l’adeguamento per l’inserimento della tessera sanitaria per il controllo dei minori ed altre similitudini. Altro che sfide! Sembrano percorsi di guerra attraverso i quali il gestore degli apparecchi di gioco deve fare degli slalom pazzeschi per riuscire a far fronte a tutto quello che lo Stato richiede alla “sua riserva”, dando veramente poco, anzi pochissimo in cambio. Ma di certo nessuno ha obbligato qualcun altro a scegliere di investire nel business del gioco, ed a credere che una concessione statale potesse sembrare “una sicurezza”: che sciocchi e poco prudenti questi operatori-investitori che hanno creduto nelle proposte dello Stato ed ancora alla favola del Pifferaio Magico…

Settembre 4, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita