Esiste ancora un pò di positività nel mondo del gioco

positivita nel mondo del gioco

C’è un proverbio vecchio che, concettualmente, significa che a pensare male… qualche volta ci si “azzecca”, ma non si vuole far applicare al mondo del gioco pubblico, comprese le piattaforme casino online, nel modo più assoluto. Infatti, di questo mondo così “effimero” si continua a parlar male, a volerlo cacciare dall’italico territorio, a pensare che sia la causa di tutti i mali ed anche davanti all’evidenza che il gioco pubblico sia e resti il baluardo della legalità non ci si vuole arrendere. Si pensa che chi vi lavora e si applica a livello professionale in qualsivoglia attività ludica sia portato, tendenzialmente, alla ”deregulation” e da ciò bisogna guardarsi a vista poiché porta “inevitabilmente” all’illegalità. Mai cosa può sembrare più inesatta. E la fonte di questa affermazione si deve far risalire alla recente operazione delle nostre Forze dell’Ordine, chiamata “Galassia”, che si è svolta circa una settimana fa e con la quale si è fatta luce su di una organizzazione transnazionale dedita alla raccolta illecita delle scommesse online.

Come attestato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, tale intervento non ha rivelato alcuna falla nei sistemi informatici di Sogei. Anzi, l’operazione ha reso evidente come la raccolta illecita avvenisse tramite siti internet con estensione ”.com” illegali e, certamente, non autorizzati dall’Agenzia e neppure collegati al totalizzatore nazionale gestito appunto da Sogei. I “perbenisti”, però, continuano ad “insinuare” che sui sistemi informatici di Sogei possa nascere qualche dubbio sulla sua sicurezza e ciò potrebbe ripercuotersi sul controllo del gioco illecito. Ed il gioco, purtroppo, continua ad essere protagonista e non passa giorno che non si palesi qualcosa che lo riguarda… e, generalmente, si parla di cose “sgradevoli” che lo riguardano. Il fatto che la raccolta “sotto ispezione a mezzo dell’operazione Galassia” avvenisse tramite punti di vendita autorizzati che, quindi, esponevano il logo dei Monopoli di Stato certamente non coinvolge la manipolazione dei sistemi della rete lecita.

E questo poiché erano gli stessi gestori a dirottare la raccolta del gioco sulla rete parallela illegale, cambiando assai frequentemente i siti “.com” utilizzati: siti oggetto dell’attività quotidiana di oscuramento effettuata dall’Agenzia proprio in collaborazione con Sogei. Ma come si sa non si deve fare di “tutta l’erba un fascio” e non si possono “guardare tutti gli operatori del gioco” come truffatori: l’esito dell’operazione “Galassia” dovrebbe far cadere almeno teoricamente le varie accuse mosse nei confronti dell’intero sistema cosa che avrebbe palesato, indubbiamente rischi potenziali alquanto imponenti. Imponenti, ed anche particolarmente gravi, se venissero dimostrate queste “ventilate falle” nei sistemi informatici di Sogei. Ma così non è.

E tale rassicurazione non dovrebbe passare inosservata, ma arrivare bene agli occhi ed alle orecchie della opinione pubblica ancora “miscredente nei confronti del mondo dei giochi”: l’Agenzia asserisce che il gioco fa parte di un sistema particolarmente efficace ed efficiente che non è assolutamente fuori controllo ed in preda all’illegalità. Questo dovrebbe “delimitare e controbattere” le roboanti accuse che troppo spesso vengono sollevate nei confronti del gioco pubblico, delle sue imprese e dei suoi operatori: ma, trattandosi di gioco, anche questo non sarà abbastanza e si continuerà a lanciare “strali negativi ed assai lontani dalla vera realtà” nei confronti del settore ludico. La legalità e la sicurezza che vengono trasmessi con il gioco pubblico sembra non interessino a tante persone che nel gioco, ancora oggi e dopo tante disquisizioni, vedono solo “nefandezze”.

Nefandezze di cui fanno parte le notizie che sono state fatte circolare nei confronti delle falle della Sogei e nei confronti dei Monopoli: ovviamente, sono notizie che fanno clamore ed aumentano maggiormente, qualora fosse possibile, l’attenzione che si rivolge al mondo dei gioco e mettono quasi in discussione l’organizzazione del lavoro della stessa Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che, invece, si applica in modo maniacale nell’aggiornare periodicamente la black list dei siti di gioco oscurati. Lavoro importantissimo per mettere in sicurezza lo stesso gioco ed i suoi “partecipanti”: bisogna ricordare che questo impegno viene svolto certamente dall’Agenzia, ma in collaborazione con l’attività di ricerca dei tecnici proprio della Sogei ed, ovviamente, in sinergia con le Forze dell’Ordine cui spetta il compito di “scoprire” l’esistenza di esercizi non autorizzati alla raccolta e di smascherare la condotta illegale di coloro che, pur manifestandosi come “punto legale e, quindi, rappresentando lo Stato”, mettono in atto operazioni illegali e fraudolente.

Tutte le operazioni che smascherano l’illegalità, dovrebbero essere portate maggiormente a conoscenza dell’opinione pubblica che “deve vedere” come si opera nel gioco pubblico e per il gioco pubblico. Meno male che quando va a buon fine un’operazione di smantellamento di esercizi illegali, nei vari comunicati ufficiali emessi dalla Direzione Nazionale Antimafia si afferma che le indagini vengono condotte anche con il contributo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: contributo importante e fondamentale per arrivare a rintracciare chi opera illecitamente nel mondo dei giochi. Bisogna sottolineare che più di una volta il Comandante dello Scico della Guardia di Finanza ha tenuto a precisare che alcuni nominativi, oggetto di misure cautelari, e società coinvolte in inchieste erano stati già precedentemente ed autonomamente segnalati proprio dall’Agenzia ai competenti organi di Polizia.

Che dire, quindi: quando non si vuole vedere positività, attenzione, tutela e garanzia di un gioco pubblico “pulito” non c’è segnalazione od intervento che tenga. Qualsiasi cosa che venga fatta nell’interesse di questo mondo sembra superflua ed inutile e non certamente un atteggiamento positivo, guardando in modo particolare alla tutela dei giocatori, dei minori, del territorio e dello stesso gioco. Si continuerà, però, a sottolineare quanto il gioco ha contribuito al sociale relativamente all’occupazione: ma neppure questo argomento così importante particolarmente per la parte più giovane della nostra società che ha potuto trovare una collocazione lavorativa costante senza “dover scappare all’estero”, riesce a farsi notare dall’opinione pubblica. Di sicuro i dati relativi a questi interventi “non vengono passati” a mezzo dei media come si dovrebbe fare… passano solo le devianze e le negatività che il disturbo da gioco d’azzardo porta con sé: le positività, invece, davvero proprio no!

Febbraio 14, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita