Dobbiamo contrastare l’illegalità nel mondo del gioco

contrastare subito il gioco illegale

Non vi è alcun dubbio che indiscutibilmente il gioco d’azzardo legale ed i vari siti migliori di casino in italia, che sia in lockdown oppure no, che riprenda i suoi diversi percorsi commerciali tentando di ripartire per “riconquistare” il proprio mercato attualmente in ostaggio del gioco illecito, oppure gioco pubblico che sta per essere riorganizzato, riordinato e meglio distribuito, faccia sempre discutere e non solo nel nostro Paese. E ciò unicamente perché questo preciso settore è “preda” delle mire economiche della criminalità organizzata che se ne vorrebbe impossessare poiché fonte di cospicui interessi che le diverse mafie non vogliono farsi “scappare sotto il naso”. Il gioco illegale in questo ultimo periodo, purtroppo, ha avuto “facilmente accesso al mercato in assenza del gioco pubblico, in lockdown se non ristretto da norme così ostative che a volte ne precludono il percorso viste le enormi difficoltà che gli stessi Governi mettono in campo. Quindi, la problematica del gioco è da vedersi a livello globale, poiché anche in altre realtà territoriali è comunque sempre mira della criminalità che ovunque ne vede una fonte di ricchezza, ma sopratutto di potenza.

Forse è proprio per questo che sono di attualità progetti per un piano di regolamentazione a livello comunitario che attraverso una normativa condivisa possa portare a contrastare, ma con efficacia, tutte le azioni illecite come il riciclaggio internazionale ed il gioco illegale in tutte le sue forme. Sicuramente, se andasse in porto questo progetto vi sarebbe maggior tutela dell’ordine pubblico e del territorio, ma sopratutto la collettività sarebbe più garantita con la libertà di impresa e la protezione delle fasce più influenzabili di consumatori e si tutelerebbero forse con maggior rigore i minori proibendo loro l’accesso al gioco d’azzardo. Ed anche, obbiettivo molto importante per tutti i Paesi, sarebbe un piano condiviso per la prevenzione del gioco problematico i cui costi sociali sono importanti e, quindi, assolutamente da contenere: senza aggiungere che il gioco problematico è deleterio per la vita di chi ne è direttamente coinvolto, ma anche per i familiari nonché per l’ambito lavorativo.

Il gioco illegale nell’ultimo periodo si è esteso troppo e deve essere contrastato e fermato il suo sviluppo: chi gioca illegalmente sa di far parte di una parte illecita del gioco, ma nonostante i rischi che la filiera illecita presenta si gioca ugualmente anche se si sospetta che le apparecchiature possano essere manomesse e le possibilità di vincita ridotte sino ad essere quasi inesistenti. Ma si continua a giocare ugualmente e, quindi, da subito bisognerebbe mettere in campo una campagna di sensibilizzazione per i consumatori per sollecitare la loro attenzione su queste criticità. É chiaro che sia un intervento da effettuare con urgenza da parte delle istituzioni pubbliche per garantire la salute dei cittadini in modo che si avvicinino al gioco in modo più responsabile: e dovrebbe essere un intervento accompagnato ad un contrasto ancora più forte poiché il gioco illegale non può permettersi di ripresentarsi con tanta tracotanza sul mercato.

Proprio a tale fine bisogna ricostruire il gioco pubblico che negli ultimi tempi è stato indubbiamente trascurato dalle istituzioni che gli hanno tolto potere, presenza e immagine: insomma, restituire al gioco pubblico quella rappresentanza della legalità che tiene lontano il gioco illegale, e far rinascere quel gioco che deve trasmettere al proprio popolo di giocatori sicurezza, serenità e tutela. Lo Stato, in effetti, deve rispettare le “sue riserve” e tutelarle in modo totale se vuole che il mondo del gioco, ed anche quello delle scommesse online, sia un settore che diverte i propri cittadini, offre prodotti di intrattenimento ludico e ne trae utile a livello di risorse erariali. Sembra persino assurdo che l’Esecutivo non abbia fatto un esame profondo di questo settore, che se lo sia addirittura dimenticato in tutti i suoi innumerevoli decreti e che, sopratutto, non si sia reso conto di quanti errori possono essere stati fatti togliendo al gioco pubblico la forza della legalità che, ovviamente, si ripercuote sulla sicurezza di tutto il territorio.

Nel periodo di emergenza sanitaria ed alla conseguente crisi economica nella quale sono cadute tantissime imprese, le attività illegali si sono moltiplicate a dismisura e, quindi, risulta indispensabile l’intervento del Governo centrale prima che la criminalità organizzata estenda i propri affari nei settore economici nei quali è già infiltrata da tempo, come il gioco e la droga, anche a nuove tipologie di attività. Già sono stati fatti parecchi danni di recente alle attività di gioco terrestri che sono state soppiantate da attività illecite che hanno fruttato introiti rilevanti. Questo non si dovrebbe più tollerare se si vuole evitare che con le norme in essere il gioco pubblico venga completamente defenestrato da quello illegale che non deve seguire alcuna normativa di sorta: nessun distanziometro, nessuna fascia oraria. Troppo facile per l’illegalità “fare affari” nella situazione in cui oggi versa il gioco pubblico, aggravata anche dall’emergenza sanitaria che obbliga gli esercenti ad applicare i protocolli per poter aprire i battenti con sicurezza per i propri dipendenti e per la propria utenza.

Senza dubbio, il gioco illegale non segue alcun protocollo, anzi renderà molto più agevole l’ingresso ai propri esercizi, contrariamente alle difficoltà che invece il gioco pubblico non può evitare alla propria utenza. Si può solo sperare che l’Esecutivo prima di tutto mantenga la sua più recente promessa di intervenire con il riordino nazionale del settore ludico, cosa indispensabile per dare credibilità al gioco di Stato. Ma anche che ascolti la relazione della DIA che ha sottolineato l’urgenza di affrontare una situazione di illegalità troppo presente sul territorio che va principalmente a toccare proprio il settore dei giochi, poker online compreso, e quello del traffico di droga. Insieme a tutti gli altri progetti, magari più importanti di questo “fare”, sembra indispensabile un intervento forte a tutela dei cittadini e del territorio. Almeno questa richiesta che riguarda il gioco pubblico dovrebbe davvero essere ascoltata e non passata sotto silenzio come spesso è accaduto quando l’argomento si riferisce a questo settore. Nel non ascoltare le esigenze del gioco l’Esecutivo Giallo-Rosso è “un vero maestro”: però, qui si parla degli interessi, della tranquillità e della sicurezza dell’intero Paese.

Agosto 4, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita