Diamo un’occhiata al gioco d’azzardo europeo

gioco azzardo in europa diamo uno sguardo

Ci si è così tanto lamentati di come il Governo centrale ha valutato e trattati le nostre imprese di gioco, migliori siti sicuri di casino on line compresi, che oggi “ci piace” anche guardare come lo stesso mondo viene trattato all’estero. E non perché ci si senta esterofili, anzi, ma soltanto per vedere se vi sia una traccia comune di giudizio nei confronti del gioco, oppure se i nostri strali nei confronti dell’attuale Esecutivo debbano considerarsi ben indirizzati o se si debba invece fare una sorta di “passo indietro” ed essere più indulgenti nei confronti del Premier che, però, continua a voler tenere chiusi i punti di gioco, purtroppo, “senza se e senza ma” ed anche senza alcuna interpellanza della categoria. Non solo, le decisioni e le valutazioni del Premier sono prese senza ascoltare assolutamente le preghiere e le esigenze del settore o delle sue associazioni, facendo finta che tutto vada bene così, come viene deciso. E per questo ci si sente di non essere d’accordo special modo per la forma che è stata usata nei confronti di tutto il gioco pubblico.

É stato espresso veramente poco rispetto per quello che il mondo dei giochi rappresenta come “numeri” di imprese e come “numero” di lavoratori e questo l’Esecutivo non dovrebbe dimenticarselo. In questa pandemìa, terribile e sconosciuta che ancora lascia aperti parecchi interrogativi, vi sono settori specialmente quelli dell’intrattenimento e della cultura, che sono stati quasi presi di mira per le chiusure totali, mentre non ci si capacita ancora oggi di vedere aperti parrucchieri ed estetisti, ma sarà senza dubbio un problema di vedute di chi scrive o di poca comprensione nei confronti del cammino e delle decisioni del Premier Conte. Ma come anticipato nelle prime righe si vorrebbe, per giustezza, dare un’occhiata al resto di Europa e come viene trattato l’argomento attività di gioco nei confronti dell’emergenza sanitaria, laddove sia stato affrontato in modo diverso od in modo “accanito” come accade, purtroppo, nel nostro Paese.

Però, basterebbe dare anche un’occhiata sommaria, dopo che l’Inghilterra, la Scozia ed il Galles hanno fatto ingresso in totale lockdown, per avere la netta sensazione che l’industria dell’intrattenimento e del gioco d’azzardo viene completamente fermata in tutta Europa. Nel fare un punto fermo della situazione dei giochi, si deve confermare oggi che il settore terrestre dei giochi in Italia non potrà riaprire sino al 16 gennaio data in cui scadono le restrizioni precedentemente imposte dall’ultimo Dpcm del Governo: ma le sensazioni che questa chiusura verrà “allungata” sono quasi tangibili. Lo stesso iter terribile a livello commerciale dovrà essere seguito anche dalle imprese ludiche in Germania dove il termine di chiusura è già deciso sino alla fine gennaio e deve convivere anche con le varie critiche per come viene gestito il programma di somministrazione del vaccino che si sviluppa in un contesto di elezioni federali e statali che sono in arrivo su quel territorio.

Cose che rendono il tutto ancor più complicato e non solo, ovviamente, per il mondo dei giochi tedesco, ma per tutti gli altri settori. Anche la vicina Austria adotta severità e tutti i casinò, i bar e le slot rimangono chiusi almeno sino al 24 gennaio, una settimana di meno che in Germania: ma tant’è. Pure nel Regno Unito, da sempre schierato a fianco del gioco d’azzardo, che tiene in assoluta considerazione e dal quale ricava risorse per il sociale e per lo sport, ha rafforzato le proprie misure restrittive ed è entrata in lockdown con l’Inghilterra che vi è entrata lunedi 4 gennaio scorso: anche l’Esecutivo scozzese ha chiuso i locali suggerendo alla cittadinanza di rimanere in casa. In Galles, scuole chiuse sino al 18 gennaio e tutto il Paese sarà bloccato ulteriormente ripercorrendo questa strada che si snoda dal 20 dicembre scorso. L’Inghilterra prevede, ed ha già deciso, che lo stop durerà almeno sino alla metà di febbraio: simili decisioni stanno per essere acquisite in tutta Europa.

Tutti i Governi europei stanno lottando per fronteggiare il crescente tasso di contagio che ha dimostrato chiaramente di non voler lasciare in pace alcuna popolazione con la sua infezione e con le sue troppe, veramente troppe, vittime. E questa è la situazione europea che di certo non può rassicurare relativamente ad una rapida soluzione od uscita da questo buio tunnel pandemico. Purtroppo, è il dato inquietante che stanno affrontando tutti i Paesi: ognuno a proprio modo, ma tutti con lo stesso identico obbiettivo. In Italia si assiste allo stop per quello che riguarda il mondo dei giochi e delle scommesse più lungo rispetto agli altri Paesi: si ricorda che sinora il settore è rimasto fermo per 180 giorni di cui 90 in modo consecutivo ed i danni che ciò ha provocato e sta provocando sono indiscutibilmente pesantissimi e non sono più fronteggiabili con le sole forze delle imprese.

Ma, d’altro canto, la nostra politica ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di supportare tutte le imprese (che siano di gioco, di bingo o di altro settore) con le spese aziendali ordinarie che rimangono presenti e costanti per ogni impresa. L’indebitamento, in genere, del nostro Paese non lo consente, come invece può essere messo in pratica da altre Nazioni più forti economicamente di noi ed è esattamente per questo che le nostre imprese sono al tracollo e non vedono via d’uscita. Anche il segmento dell’amusement non è che se la passi poi bene! Oltre tutto, è meno florido del gioco con vincita in danaro e quindi di “salute più cagionevole”. I casi più numerosi di imprese di questo settore che sono in pericolo si contano in Veneto, vero territorio dell’intrattenimento, seguito dall’Emilia-Romagna altra regione dove il gioco è quasi una cultura e dove si svolgerà, almeno si spera, anche la fiera di settore in programma, almeno sulla carta, per il mese di marzo, verso la fine.

Gennaio 23, 2021: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
Gioco Digitale Casino
300 Giri + 500€
legale aams
Visita
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 3000€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
legale aams
Visita
bwin casino logo
Bwin Casino
50 Giri + 200€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita