Cresce il gioco online italico: E’ secondo solo al Regno Unito

crescita gioco online in italia

Da tanti mesi si sta “predicando” che, inevitabilmente, a causa della “chiusura in un angolo” del gioco terrestre dovuta alle note restrizioni, il mercato del gioco online in tutti i suoi segmenti si sarebbe ulteriormente aperto per ricevere le richieste di quei giocatori che non trovano più disponibili i loro punti di gioco di riferimento. Inevitabile e non si può certo dire inaspettato: a questo punto, si apre una serie di considerazioni relativamente all’online ed a chi lo “frequenta”. Qual’è il profilo del giocatore online? Sarebbe interessante curiosare “dentro i suoi parametri”! Per iniziare, si può dire che coloro che hanno scommesso almeno una volta online in Italia sono circa 2,2 milioni: questi sono i “giocatori attivi”. Ma se si considerano anche quelli “dormienti”, cioè coloro che hanno un account attivo, ma non hanno effettuato scommesse, il numero totale dei giocatori online sale a 3,7 milioni. Se si guardano poi, i dati che riguardano i giocatori attivi online, anche in questi termini l’Italia si posiziona al secondo posto alle spalle del Regno Unito che contempla 7,0 milioni di giocatori: viene seguita dalla Francia, dalla Germania e dalla Spagna.

Altro dato: l’82% dei giocatori onlinee di chi scommette online, in Italia è rappresentato da uomini, e questo dato è in linea con la media europea, e circa il 50% dei giocatori online ha meno di 34 anni. La crescita del 7% del mercato globale del gambling online, tra il 2013 ed il 2017 è uno dei dati principali che emerge dallo studio sul gaming online in Italia e nel contesto europeo, presentato recentemente a Roma nell’ambito dell’evento “Il settore del gioco online: confronto internazionale e prospettive”. La quota che si è attribuita il segmento delle scommesse sportive rappresenta il 48,3% del mercato al 2017 con un tasso di crescita, sempre nel periodo menzionato, che si attesta all’8%, rispetto alla percentuale dell’11,7% del settore dei casinò e del poker online che rappresentano il 26,9% del mercato. L’Europa rappresenta la principale area di sbocco, mentre il mercato del Nord America ha subito un’evoluzione nella sua regolamentazione ed è cresciuto ad una media del 44,6%, sempre nello stesso periodo.

Nel 2017 la penetrazione del settore online in Italia si è attestata a circa il 7,2% con il margine lordo che ha raggiunto 1,3 miliardi di euro. In ogni caso, il mercato online in generale è in rapida crescita e per quanto riguarda le previsioni, si conferma che indubbiamente i cambiamenti tecnologici, come la realtà aumentata e l’utilizzo di mezzi elettronici di pagamento, come le criptovalute, uniti alla maggiore esperienza dei giocatori, genereranno un forte indotto. Non vi è alcun dubbio che, in questo momento storico del gioco d’azzardo, quello online rappresenti il comparto con il più alto potenziale di sviluppo. Potenziale che va certamente sfruttato, ma in modo attento e responsabile, utilizzando la tecnologia per favorirne la crescita e combattere l’offerta di gioco illegale: contemporaneamente, è indispensabile tutelare la salute dei giocatori. Tutti questi dati, fanno parte di una ricerca dettagliata ed articolata in tre punti principali: analisi dell’andamento economico italico del settore, confronto con i principali Paesi europei, guardando la raccolta, spesa ed entrate erariali, ed analisi comparativa a livello europeo della regolamentazione con riferimento alle autorizzazioni, alle limitazioni della pubblicità ed alla fiscalità.

Attenzione anche rivolta all’esito dei risultati recenti sulla “profilatura” dei giocatori in Italia ed alla valutazione dell’impatto economico e sociale di questo settore sull’economia nazionale. Era, peraltro, inevitabile la constatazione che dallo stesso studio emergesse la necessità di monitorare in modo molto attento e coscienzioso i potenziali rischi per i giocatori, in modo particolare quelli che purtroppo incorrono nel gioco problematico. Bisogna sottolineare che con questo studio si vuole fornire elementi di riflessione sia per i regolatori, sia per la politica sottolineando, nel contempo, il ruolo fondamentale degli operatori di mercato: infatti, deve risultare evidente che qualora sia presente uno sviluppo ordinato e sostenibile del comparto online, questo deve portare a raggiungere l’obbiettivo comune per lo Stato e per i suoi concessionari. Per questo non si può prescindere, naturalmente, da una regolamentazione stabile e sicura nel tempo e, sopratutto, dalla tutela della salute dei cittadini-giocatori.

Ora, dopo questi dati “positivi” circa la crescita del comparto online e, quindi, una rassicurazione per gli operatori che vi hanno investito, bisogna anche esaminare un altro dato importantissimo della ricerca: quello relativo ai giocatori problematici sul nostro territorio che si racchiude in una percentuale che oscilla tra l’1,0% e l’1,6% della popolazione adulta. Lo Stato e le istituzioni hanno posto in essere alcune iniziative per il contrasto al gioco problematico che si possono riassumere così: piano di riduzione dell’offerta e disciplina delle distanze con i cosiddetti distanziometri, divieto di pubblicità entrato in vigore con decreto del luglio 2018, definizione di linee guida per le piattaforme del gioco online in merito alla sicurezza, alla gestione delle vincite ed alla tutela del gioco sicuro e responsabile. E per finire, l’istituzione del fondo per il contrasto del gioco patologico, come da Legge di Stabilità del 2016, che aveva come obbiettivo la realizzazione di progetti destinati alla prevenzione ed alla cura del gioco problematico.

Chi ama il gioco d’azzardo, ormai, è a conoscenza che le istituzioni, particolarmente l’attuale Esecutivo Giallo-Verde, stenta ad essere disponibile per concretizzare il riordino del gioco: di conseguenza, “ci piace” sottolineare che anche gli operatori privati si stanno impegnando, al fianco delle istituzioni pubbliche, per promuovere la cultura del gioco sano e nella lotta per la prevenzione del gioco problematico. Sono in essere iniziative per l’adozione di codici di autoregolamentazione su temi riguardanti la pubblicità e la trasparenza nell’informazione relativamente ai rischi che si possono presentare nel gioco. Ovviamente, per il contrasto al gioco problematico, si deve confermare che il gioco online grazie alla sua natura tecnologica, rappresenta ampi margini di intervento attraverso l’utilizzo di strumenti di controllo informatici, vincoli o blocchi automatici.

Luglio 7, 2019: •
SitoInformazioniLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita