Attenzione al gioco illegale che prospera

attenzione al gioco azzardo illegale che prospera

Ultimamente, e più di una volta, si è voluto sottolineare con forza che bisogna assolutamente tutelare il gioco pubblico, compresi i migliori casino online, e quindi lecito, perché la sua continua defezione sul territorio apre “praterie immense” al gioco illegale, ben contento di prenderne il posto con tutto quello che ne consegue come guadagno, ma “esentasse”: cosa quest’ultima che l’Esecutivo Giallo-Rosso dovrebbe ricordare bene quando emette i suoi provvedimenti. O, meglio, quando consente alle Regioni di mettere in campo norme assurde ed impossibili da seguire da parte delle imprese di gioco che rappresentano, in via ufficiale, il gioco statale. Per completezza di informazioni si vorrebbe citare, a questo proposito riferendoci alle tasse erariali non pagate dalle attività illecite, che da un Conto riassuntivo del Tesoro al 31 dicembre 2019, si evince che dalla categoria “Lotto, lotterie ed altre attività di gioco” alle casse dell’Erario arrivano quasi 15 miliardi di euro: di questi, solo con il Prelievo Unico Erariale, meglio conosciuto come Preu, sugli apparecchi e congegni di gioco, arrivano ben 6,5 miliardi di euro.

Cifre che se si continua ad espellere il gioco legale dall’italico territorio sicuramente lo Stato non vedrà mai più e con questo dovrà fare i conti. Senza dimenticare, poi, che vi sono altri 21,5 milioni di euro che arrivano dal versamento da parte dei concessionari di gioco, oltre altri 9,1 miliardi di proventi derivanti dalle estrazioni istantanee, 1,5 miliardi dal bingo e 435 milioni dai canoni di concessione per la gestione della rete telematica per gli apparecchi da intrattenimento che il gioco illecito non usa: oltre ad altri “piccoli importi” relativi ad altri giochi numerici. Sicuramente, come è ovvio che sia, le riflessioni di chi scrive interessano poco alle istituzioni: però, si sente in dovere di continuare a proporle poiché non si vorrebbe che tra un po’ di tempo risulti “troppa la presenza dell’illegalità” e che anche in quel momento si dia la colpa al gioco d’azzardo pubblico ed anche secondo alcuni detrattori, alla criminalità che lo stesso porta con sé. Dunque, facendo quattro conti, anche in modo banalissimo, può l’Esecutivo fare a meno di tutto questo danaro che con il reinserimento dell’illegalità non arriverebbe più nelle casse erariali?

Risulta, quindi, giusto che si consenta alle Regioni di espellere il gioco legale dai territori a mezzo di una normativa assurda, restrittiva ed esasperata che non tiene conto neppure del fatto che il gioco pubblico è “una Riserva di Stato” e come tale andrebbe rispettato e preservato maggiormente? Oltre tutto, serve anche segnalare che l’Antimafia tiene a fare presente che il gioco d’azzardo rimane sempre “oggetto del desiderio” delle attività criminali e mafiose anche se ad oggi questo sta “cambiando”: forse, si sta ulteriormente e tecnologicamente innovando per usare meglio gli introiti che arrivano dal gioco alle organizzazioni criminali. Una delle ultime comunicazioni, sempre dell’Antimafia, e che dovrebbero far pensare, anche molto bene, l’Esecutivo Giallo-Rosso sono le riflessioni a 360° sugli ultimi arresti, che si sono effettuati recentissimamente, di circa una quarantina di persone, soggetti ritenuti appartenenti ad un’associazione per delinquere, capitanata da un ex boss della famigerata “Banda della Magliana”.

Tale organizzazione imponeva il controllo con mezzi mafiosi di coercizione ed operava nella distribuzione e nella gestione delle apparecchiature da intrattenimento, come slot e videolottery, ma anche inserendosi nei giochi e nelle scommesse online. “Campo di gioco”: le attività commerciali di Roma e provincia. Quando si parla del mondo del gioco oggi, bisogna senza dubbio dire che sta assolutamente cambiando pelle e sempre per colpa dello Stato, purtroppo. Infatti, si continuano a chiudere le attività “di prossimità”, a causa delle vigenti norme restrittive, e si aprono sale da gioco decentrate, poco controllate: c’è anche da dire che il gioco d’azzardo sembra la famosa “gallina dalle uova d’oro” e per questo la criminalità “ci si butta” addosso sempre e, purtroppo, con ottimi risultati che lo Stato non conosce, non tassa, e, sopratutto, a volte non riesce a controllare come vorrebbe. Il segmento molto a rischio per quello che riguarda la criminalità sono le scommesse truccate che stavano dando parecchio da fare alle nostre Forze dell’Ordine che fanno fatica a tenerle sotto controllo, senza pensare poi alle scommesse online, altro comparto “molto caro alle organizzazioni mafiose”.

La segnalazione delle scommesse sospette è un terreno difficile, tanto quanto l’intervento delle stesse Forze di Polizia per il loro controllo: però, è stata messa in atto una forma di monitoraggio con estrema abnegazione e che è riuscita ad ottenere ottimi risultati, tenendo sotto controllo un mercato pericoloso, se tende a svilupparsi troppo: sopratutto perché “particolarmente gradito” alla criminalità organizzata che lo predilige nelle sue scelte di riciclo del danaro proveniente da operazioni illecite. Purtroppo, nelle scommesse illecite sospette vengono coinvolti sport come il tennis ed il calcio e scommesse che si sviluppano in Europa ed in Asia dove i vari eventi avvengono con più frequenza. Rappresentano un vero problema proprio perché questi sport vengono seguiti anche dai giovani con interesse e tifo e non dovrebbero essere toccati da speculazioni e da giocate d’azzardo poiché nelle discipline sportive “non ci piace proprio” che si debba ricorrere a tali interventi illegali.

Nello sport, lo si sottolinea sempre quando se ne ha l’occasione, dovrebbe esistere solo il rispetto, l’antagonismo e la lealtà: lì non dovrebbe esserci spazio per il sospetto di scommesse gestite oltre tutto dalla criminalità, di incontri preordinati, di accordi. Cose che non dovrebbero sfiorare le attività di gioco specialmente quelle delle categorie minori, frequentate da giovanissimi che non possono essere sfiorati da questi intrallazzi. É del tutto evidente, quindi, che il percepire che le scommesse sospette riescano ad essere tenute sotto controllo dagli Organi preposti al controllo, e con buoni risultati, non può che fare piacere. Risulta troppo evidente che le azioni illecite abbiano un impatto negativo sulla reputazione sia degli sport che degli operatori che lavorano in modo corretto con scommesse rispettabili: è esattamente per questo che il gioco legale deve assolutamente essere presente sul territorio. Basta fare la guerra alla legalità, forse bisognerebbe impegnarsi, ed anche di più, verso l’illegalità che prospera: attenzione!

7 Marzo, 2020: •
SitoRecensioneLicenzaVisita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1350€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
225 Giri + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita