Italia: Troppo poco interesse per gli Esports

interesse negli esport

Il mondo del gioco d’azzardo, ed anche quello di tutti i casino online, sta subendo, probabilmente, una trasformazione “voluta” da tutte le restrizioni che le istituzioni decentralizzate hanno messo in campo per contrastare il suo cammino commerciale: gli eSports sono e saranno indubbiamente un’opportunità per le imprese di gioco anche se sino ad ora non sono stati esaminati attentamente in tutte le loro possibilità. Giusto, quindi, che si faccia menzione di una nuova testata giornalistica online interamente loro dedicata: un nuovo progetto editoriale indirizzato non solo ai giocatori che si interessano agli eSports ma anche ai manager, alle istituzioni, ai politici, ai regolatori ed analisti oppure ai semplici curiosi che poco ne sanno di questo sviluppo del mondo dei giochi posto che non sia stato presentato a dovere. D’altra parte il settore ludico dovrà pure trovare “una qualsiasi scappatoia” commerciale, visto che purtroppo il suo iter è pressoché ridotto, demonizzato ed a volte persino espulso dai propri territori.

Oppure addirittura troppo condizionato dalle norme che ancora sono in essere sino a quando arriverà questa tanto agognata quanto annunciata ristrutturazione, o riordino del settore, che dovrebbe mettere un punto fermo dal quale ripartire “tutti uguali, tutti ben suddivisi, tutti ben ridimensionati”, ma con l’unico obbiettivo di avere un gioco legale che tuteli giocatori e territorio e che faccia gli interessi di entrambi, ma sopratutto del gioco pubblico in generale. L’argomento degli eSports è stato, ovviamente, affrontato anche al SiGma di Malta dove il loro ruolo è stato sottolineato come piattaforma di scambio sociale che avrà, senza dubbio, uno sviluppo futuro considerando che può tornare utile, in questo particolare momento storico del mondo dei giochi, e sostenerlo appunto in questo periodo di cambiamento e di assestamento.

É evidente che tutti hanno speranza che il riordino del settore tanto annunciato dall’Esecutivo dopo la “bella entrata a gamba tesa” del Decreto Dignità ed il divieto totale della pubblicità che contiene, non sia così tragico nei suoi effetti come lo stesso provvedimento e tutte le imprese, gli operatori e gli addetti ai lavori stanno “pendendo dalle labbra” del nostro vice premier penta-stellato, politico molto poco incline al gioco d’azzardo ed ai suoi immorali protagonisti ed appunto per questo oltremodo temibile. Quello che può emergere dalla ancora poco conoscibilità degli eSports è che manca senza dubbio la diffusione di una cultura del gioco, ma a tutti i livelli: ancora questo intrattenimento ha necessità di informazione poiché è importante capire perché questo mondo degli eSports è sotto i riflettori di tutti i Paesi che continuano a parlarne. Probabilmente, ci vedono il nuovo business del settore, un’ancora di salvezza alla quale ricorrere anche se ciò potrebbe anche non essere un bene poiché il settore potrebbe essere “bruciato” da questo “troppo interesse”.

Ecco il motivo per il quale potrebbe essere importante creare una cultura attorno a questo “nuovo” segmento e molto probabilmente la nuova testata annunciata in Sigma 2018 potrebbe essere di aiuto. E non farà soltanto informazione su questo particolare segmento del gioco: a breve (tra qualche mese) usciranno anche due libri dedicati agli eSports, scritti da due avvocati esperti nel settore ludico e, particolarmente in questo segmento, dove verranno affrontati tutti i temi che lo riguardano. Lo scopo naturalmente, è quello di farli conoscere e sensibilizzare in modo particolare l’opinione pubblica che ancora non li conosce in modo profondo. Una delle cose più importanti da far comprendere è ciò che sta accadendo con gli eSports in alcune parti del Mondo.

A questi giochi sono persino stati dedicati corsi universitari ed accademie specializzate e per questo bisognerebbe portarli nelle scuole perché è proprio da lì che si parte per fare cultura, dalle giovani menti che saranno il futuro della nostra attuale società. I giovani sono predisposti ad ascoltare ed imparare a comprendere: oltre tutto, si parla di “giochi” quindi argomento e terreno particolarmente interessante per i giovani ed i giovanissimi che saranno i “futuri giocatori”. Comprensibile di conseguenza che proprio in SiGma 2018 a Malta si parli di tutto questo visto che l’isola è frequentata da studenti che girano il Mondo, anche e sopratutto per imparare l’inglese e che sono attenti ascoltatori e pronti a recepire qualsiasi tipo di “novità tecnologica ludica” insieme alla sua cultura: è un “trampolino di lancio”, se così si può chiamare, alquanto interessante ed utile per il futuro del mondo dei giochi.

Un’altra sottolineatura che “ci piace” sottoporre è l’apporto femminile a questo nuovo settore dell’intrattenimento: in Italia questo argomento è già stato trattato in modo ampio ed una delle più importanti virtù di questo “sport” sta proprio della parità di genere. Solo in questo segmento forse gli uomini e le donne possono giocare alla pari, ma possono partecipare anche disabili e normodotati a differenza degli sport tradizionali che sono riservati: e questo è un argomento da fare ben presente ed enfatizzare. Certo, un altro aspetto importante degli eSport è lo “scambio sociale” oltre che una opportunità di nuovo business per le imprese: scambio sociale importantissimo, considerando che quando si parla di videogame si parla troppo spesso del “rischio isolamento”. Ma negli eSport proprio questo problema non sussiste poiché nel suo sviluppo al contrario si è sommersi da persone e da giocatori.

Anzi, forse in Italia questo segmento si sta muovendo abbastanza velocemente anche grazie al Team Qlash che ha creato non proprio solo un team su vari giochi ed una società che organizza tornei di eSports, ma anche una location “importante ed ad alto livello” e sta investendo nella promozione sia di questi giochi che della loro cultura. Si è puntato veramente “forte” su questo ed il Team Qlash si sta ampliando rapidissimamente in tutta Europa, lanciando anche un’attività proprio a Malta dove si è svolta SiGma 2018 con grande risposta di visitatori ed addetti ai lavori: si raccoglieranno buoni frutti in questo segmento, sperando che finalmente non sia una parte di gioco osteggiata come è successo negli ultimi anni.

Dicembre 19, 2018 Scritto da: : posted in news
Sito Informazioni Licenza Visita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
15€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 100%
legale aams
Visita
betfair casino logo
Betfair Casino
25€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
Fino a 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
GiocoDigitale Casino
10€ Gratis + 200€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita