Il rapporto tra il gioco d’azzardo ed i minori

rapporto giovani e gioco azzardo

Tanti sono gli argomenti e le problematiche che vengono trattati quando si parla di gioco d’azzardo, compresi i migliori casino online, e si dovrebbe cercare di affrontare questo fenomeno sempre con estremp equilibrio, obbiettività, conoscenza e coscienza: e, senza ombra di dubbio, il rapporto tra il mondo dei giochi ed i minori è da considerarsi una emergenza assoluta e questo particolarmente per la sua industria ed i suoi operatori, in primis, che devono mettere in campo ogni strumento per vietarne loro l’accesso. Bisogna affrontare, prima di tutto, il concetto di “disincentivare” l’attenzione dei giovani e la loro curiosità nei confronti del gioco, aumentando la sicurezza che ne impedisce l’avvicinamento e la formazione di coloro che offrono il prodotto gioco di Stato. Questi ultimi, in effetti, devono certamente svolgere il loro ruolo, tutelando però il giovane giocatore che, appunto per la sua età, può risultare influenzabile e forse anche relativamente fragile. Ancora oggi, purtroppo, risulta troppo facile “giocare” per un minorenne che così facendo vìola la legge: ma questo gli viene consentito dalla insufficiente formazione dei gestori delle sale giochi.

Ma se si vuole proprio essere precisi ed obbiettivi, bisogna segnalare che sono stati resi noti dati assolutamente inediti che si riferiscono al divieto di vendita ai minori di altri prodotti oltre al gioco d’azzardo ed i videogiochi, inadatti alla loro età o vietati dalla legge attuale: come per esempio, alcol, tabacco, cannabis, pornografia. Ed anche se gli studi portati a termini da organizzazioni come Nomisma o Cnr, oppure ancora dall’Iss, confermano che ai giovani non interessano quasi in modo assoluto le slot machine, le famigerate macchinette, ed a prescindere che tra breve gli apparecchi di gioco verranno dotati di un lettore della tessera sanitaria che eliminerà completamente ogni rischio, seppur minimo, di uso degli stessi da parte dei minorenni. A questo punto diventerà importantissimo che venga studiato da parte delle Autorità politiche una strategia che impedisca l’accesso agli altri prodotti di gioco e non solo alle “macchinette”, investendo sulla formazione degli addetti ai pubblici esercizi o dei titolari di sale giochi, ma anche con informazione da effettuarsi presso le scuole di ogni livello.

É superfluo sottolineare che l’obbiettivo del gioco d’azzardo è quello di vincere danaro: cosa che senza dubbio rende felice il giocatore che insegue la Dea Fortuna, indipendentemente dal gioco in sé stesso. E qui bisognerebbe aprire una piccola parentesi sulle “ticket redemption” che in modo analogo sono pensate per far vincere non danaro ma premi ai giovanissimi e sono apparecchi molto frequenti nelle sale giochi ed indirizzati ad un pubblico di minori, ma che non vogliono assolutamente spingerlo al gioco d’azzardo, anche se oggi i detrattori di queste ticket redemption sono sempre più in numero crescente. Si sta facendo informazione per sensibilizzare in generale il Paese sul gioco d’azzardo, ma la sensazione rimane quella che non si voglia “entrare nell’argomento” e farlo conoscere in modo corretto e sopratutto esauriente. Sembra sempre che si voglia demonizzare il settore e coloro che vi si rivolgono, minori o no!

Ma la riprova, che si presenta sempre e comunque, è che assolutamente manca la conoscenza del settore del gioco e sopratutto l’approfondimento delle sue tematiche: le istituzioni e la politica non hanno forse interesse ad “entrarvi a conoscerle”, oltre a mancare un dialogo proficuo e coerente con le varie categorie che compongono la filiera del gioco e tutto ciò che vi gravita attorno. E la conseguenza di questa mancanza di conoscenza oppure per chiamarla con il suo vero nome “l’ignoranza nei confronti del gioco”, sono le normative che hanno scacciato le “ticket redemption” da alcuni territori italici, creando un fenomeno mediatico che mette di nuovo il nostro Paese al centro dell’attenzione internazionale, suscitando a volte persino ilarità laddove si continua ad insistere che questo segmento del gioco senza vincita in danaro “spinge i più giovani al gioco d’azzardo”!

Per chi conosce anche poco gli apparecchi di cui si parla in queste righe appare ancora più evidente la mancanza di approfondimento di questa materia e delle sue “possibili conseguenze” e si rende conto di quanto tutte queste prese di posizione siano distanti da una realtà completamente diversa e per questo tali atteggiamenti “prettamente negativi” non condivisibili dai più. É ovvio, però, che a farne le spese sarà l’industria del settore che, così perdurando gli ostracismi, rischia proprio la scomparsa: scomparsa del suo mercato ed ovviamente anche dei suoi “giovani consumatori”. Ma se questo avverrà veramente, e questo tipo di offerta non sarà più presente sul territorio, rimarrà solo quella con vincita in danaro ed a quel punto bisognerà vedere se la politica, o le amministrazioni decentralizzate, saranno contente del risultato che andranno ad ottenere. Ma siamo in Italia e forse saremo anche capaci di esserlo!

E, poi, non fermiamoci al gioco d’azzardo che è quel settore demonizzato e vituperato senza alcun limite e da chicchessia: cosa si può dire del fumo e dell’alcol che vede ricerche che attestano quanto sia “scesa” la soglia d’età dei ragazzi che iniziano a fumare e bere e che si conferma a circa dodici anni! Ed ancora: che dire della pornografia oppure delle droghe? Purtroppo, sono sempre di più i minori che vengono coinvolti in queste altre turpi devianze… Quindi, il gioco d’azzardo è proprio “la piaga sociale, l’immoralità fatta persona” che rappresenta la causa di tutti i mali di cui soffre la parte più giovane della nostra attuale società? Oppure si sta spingendo nel baratro solo il gioco d’azzardo perché è più comodo dato che le altre dipendenze, ormai, sembrano quasi state “digerite” dall’opinione pubblica e non fanno più notizia e sopratutto perché porsi di traverso al gioco “rende di più” a livello elettorale? Non si vuole rispondere: farebbe veramente troppo male.

Febbraio 6, 2019 Scritto da: : posted in news
Sito Informazioni Licenza Visita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 100%
legale aams
Visita
betfair casino logo
Betfair Casino
25€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
Fino a 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
GiocoDigitale Casino
10€ Gratis + 200€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita