Il gioco italiano si fà notare

Indubbiamente, la Legge Delega è una vera opportunità per i produttori italiani degli apparecchi da intrattenimento, l’importante e che tale opportunità valga per tutti coloro che intendono rimanere sul mercato ed “assoggettarsi e seguire le norme” che verranno imposte: la Delega creerà  nuovi obbiettivi per la filiera e un nuovo settore e, sopratutto, un nuovo e più “roseo” futuro per tutto il comparto. È essenziale che si porti avanti, orgogliosamente ed “italianamente”, il Made in Italy per il gioco pubblico nel modo più completo, dall’industria alla produzione.

Questo comporterà l’unione della filiera e  non ci saranno ruoli più importanti o meno importanti, tutti dovranno contribuire per portare il gioco pubblico italiano verso aspettative sempre più interessanti e la nostra produzione a livelli “invidiabili ed invidiati” dai mercati esteri.

In questo “cambiamento” del mondo-gioco vi dovrà essere, da parte dei produttori, uno sguardo attento per gestire tutti i processi legati alla produzione e non soltanto alla sola creazione delle “macchinette”: questo comparto è carente al momento e su questo bisognerà confrontarsi e scambiare esperienze e occorrerà grande impegno da parte di tutti. Altri  argomenti che dovranno essere attentamente esaminati sono la manutenzione degli apparecchi e la possibilità di aggiornare i vari software per i quali  serve un’evoluzione della normativa che dovrà consentire di rimanere al passo con i tempi nella costruzione dei vari prodotti.

Il mercato italiano dei giochi ha tutte le carte in regola “per essere invidiato” e preso come esempio da altri mercati che possono avere dal nostro… qualcosa da imparare!

novembre 9, 2015 by : posted in news Nessun commento

Comments are closed.