Il 2019 sarà l’anno della stabilizzazione delle scommesse sportive

2019 cambiamenti mondo scommesse

Non è certamente che il segmento delle scommesse online sia “privilegiato” e, di conseguenza, non viva la tensione e l’irrequietezza dell’intero mondo dei giochi: si aspettano novità anche per questo segmento e ciò non fa che mettere in agitazione le imprese che operano nel comparto del betting, ed i suoi addetti ai lavori, che da un bel po’ di tempo attendono fiduciosi le decisioni del Governo che, però, tardano ad arrivare. É chiaro che quando inizia un nuovo anno tutti vorrebbero fare programmi e cercare di mettere le proprie attività in condizione di vivere commercialmente un anno con più introiti: ma quando si parla di gioco, ahimè, sembra che tutto diventi sempre più complicato se non a volte addirittura irraggiungibile. Ma ora, qui, si vorrebbe raccogliere qualche riflessione degli “addetti ai lavori” del betting e vedere cosa pensano e come vorrebbero affrontare il 2019 appena iniziato, ma già pieno di novità, come gli ultimi aumenti del “Decretore” che toccano anche le scommesse.

Ciò che emerge a livello generale è che difficilmente verranno lanciati sul mercato nuovi prodotti nel betting italiano: si guarderà maggiormente a ”stabilizzare” le aziende nella speranza di “congelare” le situazioni positive e gli obbiettivi raggiunti in modo da risolvere eventuali problemi presenti, ma cercando così di non crearne di nuovi. E questo è il primo pensiero di chi ha una esperienza ventennale in uno dei bookmaker da sempre presente nel mercato “punto it”: si parla di Betltaly che non sta onestamente pensando a nulla di nuovo sul lato “offerta prodotto”. Se vi potrà essere qualche novità potrebbe provenire dai Fantasy Sports anche se l’Italia ha dimostrato di non essere, poi, così pronta per un gioco molto performante in altri mercati, ma che nel nostro Paese non è ancora esploso. Si sa che il popolo italico è dopo tutto tradizionalista, ma se si vuole parlare di novità questa dei Fantasy Sports potrebbe forse essere “l’unica strada” da percorrere.

Altra riflessione, relativamente al fatto che il “mercato nostrano” ha difficoltà nell’affrontare novità di questo tipo, è che oggi i bookmaker del nostro Paese, e quindi non i migliori casino sicuri, hanno colmato quel gap che da anni li ha penalizzati rispetto ai mercati famigerati dei dot.com esteri. Infatti, tempi addietro si diceva: “Quando il betting italiano ha pensato una proposta nuova di gioco quello dot.com l’ha già fatturato, pagato e riscosso”. Ed in quel momento era esattamente così, ma ora certamente no. Però, vale anche la pena di guardare dove vanno le scommesse in generale: in realtà, la scommessa è ormai sempre più interattiva e tende maggiormente a dirigersi verso il gioco live. Un po’, anzi forse è il motivo principale, perché il payout è più alto e, quindi, più stimolante ed accattivante e, poi, perché si può scommettere durante l’evento. Non si può nascondere che il trend italiano su questo tipo di scelta dei giocatori si sta uniformando a quello internazionale che vede il live superiore ormai al pre-match.

Altra considerazione generale di chi si occupa di betting è l’importanza dello scenario politico: “sta tenendo banco”, ma non si riesce a comprendere realmente cosa il Governo vuole farne del mondo dei giochi. Si viene costretti a pensare solo a soluzioni di conservazione e di sopravvivenza: e già sono due “imprese” titaniche con le normative attualmente in vigore. Per fare un pratico esempio: se si parla di bando o di proroga delle concessioni attuali non si comprende come si andrà avanti e con il 2019, che si è appena aperto, non si sa quanto si dovrà pagare se si andrà avanti senza gara. Quindi, come sarà questo 2019 per le scommesse? Certamente la prospettiva del betting online è positiva mentre il “dettaglio” tende alla stabilizzazione, ma non certamente alla crescita. É ovvio che impegnarsi nell’online per le aziende è più semplice, anche se forse meno redditizio, e bisogna aumentare i volumi, ma anche a livello internazionale ci si muove verso l’online e, quindi, l’Italia si sta dirigendo in quella direzione.

Il “dettaglio”, in ogni caso, resterà un segmento “specializzato e di altissimo livello”: ma più ritarda il bando di gara pubblico e più lo scenario che andrà a consolidarsi sarà quello specificato. Fermo restando che quando uscirà il bando (e se uscirà) si dovrà capire come sarà strutturato per fare nuove valutazioni. Insomma, tutto ancora in “alto mare”… il che è veramente tutto dire. E poi rimane sempre, anche per il betting, la “questione territoriale”: si spera che, visto che si è iniziato una specie di rapporto e di confronto tra i rappresentanti del gioco e le istituzioni, seppur in ritardo si possa arrivare ad obbiettivi “interessanti” per gli operatori e per le loro imprese per cercare di farsi capire: ma, purtroppo, qualcosa di definito sul quale fare programmi “seri” non esiste ancora. C’è solo la speranza che possa accadere e non è certamente tanto su cui “lavorare”.

Ancora oggi il gioco è in balìa di qualsivoglia Legge regionale o comunale e quasi in ogni città esiste un Sindaco che decide di cambiare le regole e gli orari senza considerare le conseguenze che può provocare. L’atteggiamento delle varie istituzioni decentralizzate sicuramente risulta essere una sorta di ginepraio nel quale muoversi e serve urgentemente un Testo Unico sul gioco per cercare finalmente di capire dove si vuole andare a finire, ma senza dimenticare da dove il gioco pubblico è venuto. Infine, quello che evidenziano i “resoconti” del mercato è che le scommesse sono in crescita, particolarmente online dove vi sono ottimi payout per i giocatori che hanno guadagnato parecchi soldi: peccato, in ogni caso, che il vero problema dei giochi non è certamente la sua ricerca e la sua richiesta, ma è il fatto che praticamente è costretto a vivere in un marasma normativo, un caos totale. Leggi, regolamenti, decreti e circolari che non fanno comprendere nulla, persino ai più esperti, e da questo ne discende quanto sia assolutamente indispensabile arrivare ad un Testo Unico della Legge sul Gioco.

Febbraio 12, 2019 Scritto da: : posted in news
Sito Informazioni Licenza Visita
888 casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 100%
legale aams
Visita
betfair casino logo
Betfair Casino
25€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
leovegas casino logo
Leovegas Casino
Fino a 1000€
legale aams
Visita
gioco digitale casino logo
GiocoDigitale Casino
10€ Gratis + 200€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita