Gioco Legale: Giro di vite a riciclaggio e scommesse illegali

giro di vite gioco

Visto che quando si parla del gioco d’azzardo pubblico (o quanto meno questo è quello che si vuole che l’opinione pubblica sappia) vi si abbina quasi sempre l’usura, il riciclaggio, il traffico d’armi e di droga, con queste righe si vuole ribadire e sottolineare (come è già stato fatto più volte) che chi è concessionario del gioco pubblico e dei casino online sicuri è soggetto a particolari controlli sulla moralità, l’irreprensibilità e sulla certezza economica più di qualsiasi altro esercente di qualsivoglia settore. Quindi, pare assolutamente in linea con tutto questo che chi è titolare di licenza per il gioco non debba avere frequentazioni od amicizie fuori dalla legge o rapporti con chi abbia avuto condanne penali. Almeno questo è il parere di chi scrive per chi ancora ci legge!

Ecco il motivo per il quale in queste righe ci si trova a riferire di quanto espresso dal Tar della Campania quando sottolinea che chi gestisce l’autorizzazione di una concessione deve avere una condotta irreprensibile ed immune da censure e l’Autorità di Pubblica Sicurezza dispone di un potere ampio e discrezionale nel decidere se il titolare di una licenza di gioco, in funzione della delicatezza degli interessi pubblici coinvolti, può essere o meno censurato e solo se risultano vizi di irrazionalità ed incoerenza. La frequentazione di persone che hanno subito procedimenti penali e di polizia assume una importanza indubbia in sede di valutazione circa l’affidabilità di un soggetto che richieda una licenza di gioco: gli organi del Ministero dell’Interno possono ben giudicare che tali frequentazioni possono dare luogo a rischi ed una simile valutazione sembra assolutamente ragionevole.

Queste riflessioni, sono attinenti la decisione appunto del Tar Campania che è andato a respingere l’istanza cautelare avanzata dal titolare di un punto scommesse contro la Questura di Avellino per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, del decreto con il quale ha rigettato la richiesta di autorizzazione alla raccolta di scommesse: questo provvedimento di rigetto appare motivato quando ricostruisce una costante frequentazione con soggetti gravati di sentenza penale. Ma, oltre a quanto esposto nelle righe precedenti, eccoci anche a dare un’occhiata al piano straordinario dei controlli estivi messo in campo dalla Guardia di Finanza che scopre ben 344 punti scommesse clandestini e sequestra 147 apparecchiature da intrattenimento: e questo, naturalmente, fa sempre parte del giro di vite che le nostre Forze dell’Ordine stanno concretizzando nel mondo del gioco d’azzardo che vorrebbero vedere sempre più “pulito” .

In questi interventi, e con la scoperta dei citati 344 punti clandestini di raccolta scommesse, si sono anche verbalizzate 4.189 persone delle quali 146 denunciate all’Autorità Giudiziaria. Si può dire che per la “Giustizia e la legalità” sia un buon bilancio tirato alla metà del mese di giugno e concretizzato al fine di contrastare tutti gli illeciti economico-finanziari che certamente danneggiano sia le casse dello Stato che gli imprenditori del gioco onesti, mettendo peraltro in pericolo la salute e la sicurezza dei cittadini-giocatori che ricercano nel gioco d’azzardo il loro intrattenimento ed il loro divertimento. Nel rapporto della Guardia di Finanza, si segnala il sequestro di un’Agenzia abusiva di Catania che accettava scommesse attraverso un allibratore estero, non autorizzato ad operare nel nostro Paese, e la elevazione di una multa da 18mila euro per il suo titolare che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Nello stesso tempo, la Guardia di Finanza di Napoli ha individuato sei siti di gioco online esteri non autorizzati, subito oscurati per impedire che continuino la propria attività illegale mettendo a repentaglio la sicurezza dei giocatori che, ignari, potevano incorrere nelle loro proposte illecite. Si è veramente contenti, od almeno lo sono coloro che “amano” il mondo del gioco vedendo nello stesso allegria e divertimento, che si perseguano tutti coloro che “offrono gioco illegale”: si mettono così i cittadini al sicuro da queste proposte illecite che, generalmente, non portano né divertimento né allegria perché spesso e volentieri non si pagano le vincite e si truffano i giocatori, anche quelli che amano le slot machine gratis. Avere le nostre Forze dell’Ordine, di qualsiasi comparto si tratti, che proteggono il territorio ed anche l’online rende i giocatori più tranquilli e tutelati e sopratutto fanno in modo che il settore sia sempre più “pulito” e sempre più “frequentato da operatori onesti” e che rispettano le leggi che attualmente sono vigenti sul nostro territorio: anche se le stesse a volte possono sembrare restrittive ed ostative.

Il cittadino si sente sicuro e protetto e questa è la cosa ovviamente più importante. É ovvio che ne sia felice anche lo stesso mondo del gioco lecito che, da un lato si sente “vessato” da tutte le norme che quasi quotidianamente restringono sempre di più il suo campo ludico operativo, ma dall’altro le imprese di gioco si sentono salvaguardate da una concorrenza sleale messa in campo da coloro che non hanno l’autorizzazione ad “esistere nel campo del gioco”, che non pagano ovviamente le tasse all’Erario, che non rispettano le distanze e neppure le fasce di accensione e spegnimento: tutte cose che le imprese che di gioco vivono hanno scelto di accettare essendo dalla parte legale del gioco. La tutela del territorio e dei giochi, quindi, che le Forze dell’Ordine sono impegnate a perseguire, vale a trasmettere ovunque tranquillità e sicurezza.

Sempre sperando che tutto questo renda il mondo dei giochi più sostenibile, gli imprenditori del settore più “riconosciuti” dal sociale, lo stesso gioco più accettato dall’opinione pubblica che ancora lo guarda con diffidenza e che non vuole però accertarsi personalmente delle positività che lo stesso settore può portare alla società. Taluni media hanno la loro responsabilità in questo ed è ovvio: se solo impiegassero la metà del tempo che impegnano a denigrare e demonizzare il gioco pubblico ad evidenziarne i lati positivi, particolarmente quelli relativi all’occupazione che lo stesso settore ludico è riuscito a procurare, forse avremmo un gioco “più dentro la nostra società” come succede in altri Paesi dove lo stesso è accettato e riconosciuto come settore importante per l’economia nazionale.

ottobre 3, 2018 Scritto da: : posted in news
Sito Informazioni Licenza Visita
888 casino logo
888 Casino
88€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
legale aams
Visita
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Eurobet Casino
Esclusivo 1000€ Bonus
legale aams
Visita
tianbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
merkur win casino logo
Merkur Win Casino
100% fino a 500€
legale aams
Visita
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
legale aams
Visita
eurobet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
legale aams
Visita
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
50€ Gratis + 1200€
legale aams
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
legale aams
Visita
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
legale aams
Visita